Milan-Sassuolo, Gattuso: «Sassuolo come una big, partita importante»

Milan-Sassuolo, Gattuso: «Sassuolo come una big, partita importante»
© foto www.imagephotoagency.it

Milan-Sassuolo si giocherà domani alle 18:00 e Gattuso in conferenza stampa parla della situazione del Milan e di chi giocherà la partita di domani

Gattuso alla vigilia di MilanSassuolo ritiene quest’ultima come un big. Dice che può fare molto male e di concentrarsi sulla partita di domani senza guardare al derby. Ecco le sue parole: «I tifosi si convincono con le prestazioni e con i risultati. Anche a Roma l’altro giorno c’erano 5000 tifosi all’Olimpico, è stato importante. Dobbiamo pensare partita dopo partita. Nel primo tempo con l’Empoli e con la Lazio abbiamo fatto un po’ di fatica a livello tecnico. Dobbiamo dare continuità al gioco. Domani sarà importante, non dobbiamo pensare al derby, ma solo al Sassuolo. Dobbiamo stare attenti perché il Sassuolo è organizzato e può farti male, dobbiamo prepararla come se fosse una big».

Aggiunge poi parole sulla situazione dei giocatori: «Cutrone deve lavorare. E’ entrato con Atalanta e Empoli, è penalizzato dal fatto che giochiamo solo con un attaccante, ma nel calcio il lavoro paga. Piatek lo vedo sorridente, sta bene con i compagni a Milanello, s’impegna sempre. Romagnoli deve continuare a crescere, è capitano del Milan e ha rinnovato un anno fa. Biglia era un giocatore importante però le dinamiche sono cambiate in questi mesi in cui è stato fermo, ha avuto un infortunio grave, dobbiamo metterlo in condizione di farlo rendere al massimo. Paquetà ha giocato tanto, deve riposare. Ho la sensazione che si preoccupa troppo per difendere, mentre deve essere più naturale. Zapata non lo convochiamo domani, ha iniziato a corricchiare. Deve ancora fare 4-5 giorni da solo per capire se può allenarsi con il gruppo. Kessie ha fatto la prima parte con noi, all’inizio gli dava fastidio la botta. Oggi valutiamo se è a disposizione e vediamo domani».