Montella: «Vittoria per Berlusconi. La lite con lui…»

montella milan infortunio
© foto Vincenzo Montella

Parla Vincenzo Montella. Il tecnico del Milan ha detto la sua dopo la vittoria dei rossoneri contro la Fiorentina. Le dichiarazioni e le ultimissime notizie

Il Milan ha vinto lo scontro diretto con la Fiorentina per 2 a 1. Il tecnico dei rossoneri, Vincenzo Montella, ha commentato a “Sky Sport” il successo contro i viola. Queste le sue parole: «Dedichiamo la vittoria al presidente Berlusconi, non sappiamo se questa sarà la sua ultima partita interna da presidente. La dedichiamo anche a Galliani: loro due hanno reso il Milan importante nel mondo e gli vogliamo regalare questa piccola gioia. Nel primo tempo meritavamo un punteggio più ampio mentre nella ripresa la Fiorentina ci ha messo in difficoltà ma non ricordo dei tiri in porta. La Fiorentina è una squadra forte, con giocatori forti e credo che sia una vittoria preziosa perché questo ci permette di essere in vantaggio negli scontri diretti con la Fiorentina, così come lo siamo con la Lazio e questo è importante. Bacca? Ha fatto una grandissima partita questa sera. A me è piaciuto perché è stato sempre in partita e il secondo gol è arrivato grazie anche a una sua pressione importante».

LE PAROLE DI MONTELLA DOPO MILAN vs FIORENTINA – Prosegue Montella: «Berlusconi? Non ho mai discusso con lui. Quello che è filtrato è tutto giusto, io non so la vostra fonte ma al telefono si parla in due (ride, ndr). Le cose che sono trapelate sono giuste ma sono state dette anche cose positive. Io ascolto con grande educazione e talvolta ho cambiato idea ma non mi riferisco a Berlusconi ma mi riferisco a Lo Monaco, a Catania, che è stato un mio grande maestro. Assenze? Avevamo 5 giocatori della Nazionale maggiore infortunati, più della metà infortunati. Questo avvalora le prove di questi ragazzi e per me è importante perché in questo modo riesco a portare avanti tanti calciatori. Galliani? Se dovessi immedesimarmi in lui credo sia molto dura lasciare quello che sei riuscito a creare in questi anni. Nuovi proprietari? Non sono stato cercato da nessuno ed è meglio così perché è già difficile sentire una campana. Mercato con i cinesi? L’allenatore deve arrivare a fine stagione, poi ci penseremo».