Connettiti con noi

2009

Napoli, Mazzarri: “Nel primo tempo meritavamo noi”

Pubblicato

su

Walter Mazzarri è intervenuto ai microfoni di Sky per commentare la gara pareggiata tra Milan e Napoli.
Ecco le parole del tecnico degli azzurri: “Primo punto a San Siro una soddisfazione? Abbiamo comunque l’amaro in bocca soprattutto per il primo tempo, potevamo andare in vantaggio con più gol. Nella ripresa abbiamo pagato un po’ la fatica ed è stato bravo Abbiati in un paio di occasioni e non ci è girata benissimo. Se avessimo fatto il secondo gol ne primo tempo sarebbe maturata una vittoria meritata. Il secondo tempo è stato equilibrato. Assetto tattico? Mi sembra che qui, contro il Milan, nel primo tempo sia riuscito bene. Mi sembrava giusto mettere Campagnaro su Pato. E’ stato bravo poi ad alzarsi ed ha sorpreso spesso l’avversario. E’ stata una situazione tattica che dal punto di vista del gico ci ha premiati. Problema per i pochi gol degli attaccanti? Alleno questi giocatori e me ne innamoro perchè danno tutto. E’ chiaro che a lungo andare i numeri hanno un senso ed il limite evidente al momento è proprio questo. Con la Fiorentina abbiamo creato diverse palle-gol anche sull’1-0. Nel calcio se crei tanto e fai pochi gol, alla fine paghi in termini di punti. L’importante quest’anno è che la squadra cresca, acquisisca una mentalità  ed un gioco e poi cercheremo di crescere quest’estate sul punto di vista del mercato. Se si compra una punta? Le valutazioni andranno fatte in base alle idee e al gioco. Occorre guardare all’attacco, ma anche ad altri reparti. Se questo punto dà  morale? Noi ci crediamo sempre. Chi mi sente anche il martedì in conferenza stampa sa che per me sono tutte finali. Speriamo che la ruota giri un po’ anche a noi. Ci sono limiti strutturali, ma è un periodo che non ci gira bene. Le ultime due sconfitte consecutive, chi ha visto le partite, non dovevano essere sconfitte. Fino all’ultima giornata proveremo ad arrivare più in alto possibile. Che consigli si possono dare a Lavezzi per segnare di più? Ora gioca più avanti e torna meno a centrocampo, oggi ha fatto la prima punta ed ha avuto diverse possibilità  di segnare. E’ molto giovane, basta qualche accorgimento perchè ha grande margini di miglioramento anche da questo punto di vista.”