Napoli, via la clausola di Sarri per trattenerlo: i dettagli

sarri napoli
© foto www.imagephotoagency.it

La clausola rescissoria presente nel contratto di mister Sarri tiene in ansia il Napoli e il presidente De Laurentiis, ma la società sta lavorando per modificare l’accordo col tecnico

Il rendimento del Napoli in questa stagione è stato, fino a questo momento, praticamente perfetto e il merito, oltre che della squadra, è dell’uomo che siede in panchina: Maurizio Sarri. Negli ultimi giorni si sono rincorsi, nuovamente, i rumors di mercato che accosterebbero il tecnico al Chelsea. Dall’1 febbraio al 31 maggio, infatti, i club interessati al tecnico possono versare 8 milioni di euro per assicurarselo. De Laurentiis, però, è stato chiaro: «Sono pronto a togliere la clausola rescissoria dal contratto, ci incontreremo, probabilmente, il 9 febbraio».

Il Presidente ha, candidamente, dichiarato che se fosse per lui lo terrebbe a vita sulla panchina del Napoli, ma adesso sta per passare ai fatti. L’edizione odierna de Il Mattino ha reso noti i dettagli della proposta che il numero uno della società partenopea potrebbe prospettare all’allenatore toscano: contratto fino al 2021 con ingaggio da 3.5 milioni di euro, rispetto agli 1.4 milioni che guadagnerebbe rispetto al 2020, senza clausola rescissoria. Un’offerta decisamente importante, visto che Sarri andrebbe a guadagnare quanto percepisce, attualmente, Lorenzo Insigne, ovvero lo stipendio più alto di tutti.