Nazionale cosa? Sui social non c’è traccia dell’Italia

© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia si è disinnamorata dell’Italia del calcio: è questa la conseguenza più grave del mancato accesso ai Mondiali

Di questi tempi, in altre annate calcistiche, l’Italia dei vari Marcello Lippi, Roberto Donadoni, Cesare Prandelli o Antonio Conte stava preparando i test match amichevoli in vista dei tornei europei o mondiali estivi. Quest’anno, invece, la selezione azzurra sarà limitata ad un ruolo da sparring partner delle nazionali che ai Mondiali ci andranno. Una sorta di pugile che sale sul ring soltanto per subire i ganci di chi deve allenarsi per le sfide importanti. Uno status che non piace affatto ai milioni di appassionati che hanno deciso, deliberatamente, di ignorare le amichevoli contro Argentina ed Inghilterra.

Basta farsi un giro su Twitter, digitando #ArgentinaItalia, per capirlo. Abbondano i tweet che rimandano ad articoli di testate giornalistiche ma di tweet della gente comune manco l’ombra. Questo social network, ora come ora, vale come lente d’ingrandimento del pensiero dell’opinione pubblica e la mancanza di tweet dice tanto, forse tutto. Un segnale del disinnamoramento della gente dopo la disfatta di San Siro contro la Svezia, così come del poco appeal di questi friendly match, soprattutto quando non ci si arriva con i favori del pronostico.