Sampaoli “invidia” Di Biagio: «Vorrei che Balotelli fosse un mio calciatore»

© foto www.imagephotoagency.it

Giornata di conferenza stampa per Jorge Sampaoli, selezionatore dell’Argentina, alla vigilia della sfida amichevole con la nuova Italia di Di Biagio

La mancata convocazione di Mario Balotelli da parte del ct Luigi Di Biagio sta facendo discutere in Italia e lo stesso Sampaoli ha detto la sua sulla questione: «Vorrei che Mario Balotelli fosse un mio giocatore. Parliamo di un grande calciatore, con capacità e passione per il gioco, motivi per cui lo ammiro». Va peggio a Paulo Dybala, “bistrattato” dal suo selezionatore: «Nel momento in cui siamo arrivati alla guida della nazionale, pensavamo che fosse il top per noi. Però si facendo fatica ad adattarsi al nostro calcio perchè è un calciatore anarchico. O non ci siamo fatti capire noi, oppure non ci ha capiti lui».

L’Argentina, da anni ormai, ruota intorno alla figura centrale di Lionel Messi e Sampaoli sa benissimo che deve mettergli intorno calciatori che consentano al fuoriclasse del Barcellona di rendere al meglio. Uno di questi potrebbe essere proprio Gonzalo Higuain: «Lo vedo forte mentalmente e, se in estate dovesse stare così, allora l’Argentina si presenterà al Mondiale con un potenziale offensivo fra i migliori al mondo». Discorso diverso, invece, per Mauro Icardi: «L’avevamo scelto ma non ha funzionato qualcosa, in termini di relazione calcistica, con i suoi compagni. Non lo scarto però».