PAOK Salonicco, il club greco sospeso dall’ECA dopo l’invasione di campo del patron

© foto Novasports

L’ECA sospende il PAOK Salonicco dai suoi membri dopo i fatti di domenica scorsa che hanno visto coinvolto il patron Ivan Savvidis, entrato in campo in possesso di una pistola

Il PAOK Salonicco è stato sospeso dall’ECA (European Club Association) dopo i fatti di domenica scorsa che hanno visto coinvolto in patron Ivan Savvidis, entrato in campo alla fine della gara contro l’AEK Atene in possesso di una pistola. Il presidente del club greco aveva invaso il campo di gioco per protestare contro il’arbitro dopo un gol subito dall’AEK Atene.

Dopo la sospensione a tempo indeterminato del campionato ellenico, arriva la sospensione del PAOK dall’ECA; ecco il cominicato dell’organismo rappresentate di oltre 200 clubs calcistici a livello europeo:

«L’ECA condanna fermamente il comportamento del presidente del PAOK FC, Ivan Savvidis, che ha invaso il campo di gioco armato di arma da fuoco durante la partita della Superleague greca tra PAOK FC e AEK Athens domenica 11 marzo. Alla luce di ciò, e in conformità con lo statuto della Corte dei conti, il consiglio di amministrazione della Corte dei conti ha deciso all’unanimità di sospendere, con effetto immediato, il PAOK FC come membro della European Club Association. La Corte dei conti esiste per proteggere l’integrità e la regolarità delle competizioni e delle partite, nonché i valori e i principi sportivi su cui si basa il calcio europeo. La sospensione rimane valida fino a nuovo avviso e sarà segnalata all’Assemblea Generale della Corte a Roma il 27 marzo 2018».