Perotti rassicura la Roma: «Ho preso una botta, ma sto bene»

perotti
© foto www.imagephotoagency.it

Diego Perotti, fantasista argentino in forza alla Roma di Spalletti, è uno dei leader tecnici dell’undici titolare giallorosso

Perotti non aveva mai trovato questa continuità di rendimento prima di approdare alla Roma, complice la minor percentuale di infortuni rispetto al passato. E’ lo stesso calciatore ex Genoa a parlarne sulle frequenze di Roma Radio: «Ieri ho subito soltanto una botta, sono uscito perchè zoppicavo. Però sto bene. Quest’anno ho disputato quasi 40 partite, cosa che non mi capitava da tempo in quanto ho avuto molteplici problemi muscolari nel corso della mia carriera. Ieri, contro il Milan, non era per nulla semplice: venivamo dal derby perso e il Napoli ci aveva sorpassato in classifica, abbiamo risposto in campo. De Sciglio? Non so difendere molto bene ma sapevo che il terzino rossonero avrebbe spinto, così mi sono abbassato, spesso e volentieri, in copertura. L’intervento di Donnarumma? Capita, forse ho impresso poca forza al pallone… Non sono veloce come Momo Salah ma, quando prendo palla, osservo la posizione dell’avversario e tento di superarlo. Non nascondo che la sconfitta subita, in Coppa Italia, contro la Lazio mi dà ancora fastidio, però adesso dobbiamo pensare a fare il massimo contro la Juventus. Comprendo l’arrabbiatura dei tifosi, è anche la nostra: dovevamo centrare la finale. Monchi? E’ un ottimo dirigente, capace di pescare calciatori che poi si sono rivelati dei fenomeni. Roma non è Siviglia, ha fatto uno step in avanti».