Connettiti con noi

Calciomercato

Reus annuncia: «Non rinnoverò con il Dortmund» Inter e Milan ci pensano

Andrea Cerrato

Pubblicato

su

Marco Reus lascia di sasso i tifosi annunciando l’addio entro il 2019. Su di lui ci sono già Manchester United, Arsenal e le due milanesi

 Marco Reus ha finalmente sciolto ogni dubbio: entro il 2019 lascerà il Borussia Dortmund, squadra che l’ha lanciato nel calcio mondiale. La destinazione è ancora ignota, lo stesso centrocampista ha ammesso di non sapere dove andrà a giocare, l’unica certezza è il fulmine a ciel sereno che ha colpito i tifosi gialloneri che attendono addirittura da maggio per rivederlo giocare. La rottura parziale del legamento crociato, rimediata nella finale di Coppa di Germania vinta dai suoi contro l’Eintracht di Francoforte, lo tiene fermo ai box ormai da più di cinque mesi. E il rientro è tutt’altro che vicino, infatti lo staff medico dei gialloneri ha già fatto sapere che difficilmente Reus potrà tornare a disposizione di Peter Bosz prima di marzo.

Intenzioni chiare quindi. Per la delusione di chi credeva che il talento di Dortmund potesse chiudere la sua carriera con la maglia del club che l’ha cresciuto e ha deciso di puntare su di lui anche nel febbraio del 2015, prolungando il suo vincolo contrattuale fino al 2019.

«Ci sono quattro o cinque club internazionali dove mi piacerebbe giocare. Il 31 maggio 2019 avrò 30 anni e il contratto che firmerò sarà l’ultimo grande contratto che potrò ottenere. Sarà l’ultima occasione per provare qualcosa di diverso.» Ha affermato il gioiellino tedesco, Manchester United e Arsenal sono già su di lui ma attenzione a Inter e Milan che da tempo cullano il sogno di portare il piccolo mago sulla loro sponda del Naviglio. Per Reus si scatenerà un’asta europea e le due milanesi vogliono prenderne parte.

Advertisement