Samp, conferenza Giampaolo: «Morale basso. Partita dura»

Samp, conferenza Giampaolo: «Morale basso. Partita dura»
© foto www.imagephotoagency.it

In conferenza Giampaolo parla della situazione della Samp sottolineando la strada che devono prendere per restare dietro alle big

Giampaolo, mister della Samp, ha parlato in conferenza in vista di SampdoriaCagliari. Parla prima della partita in vista e di cosa serve ora: «Servono tre punti per rimanere attaccati al carro delle ambizioni. Nessuno molli un solo centimetro. Abbiamo qualche defezione, ma con quelle bisogna farci i conti sempre. No agli alibi. Non mi piace parlare degli assenti, perché è una mancanza di rispetto verso chi c’è. Noi dobbiamo crescere, anche sul piano delle ambizioni. Come sarà la partita? Dura. Loro cercano punti e hanno qualche assenza con cui fare i conti. Audaci e ambiziosi, così ci voglio. Senza condizionamenti. Io credo nella forza del gioco. Così si fa un salto di qualità». Sul morale della squadra invece: «Morale? I ragazzi li ho visti peggio dopo SampdoriaFrosinone. Certo, c’era rabbia per Inter-Sampdoria. Ma le sconfitte si lavano con le vittorie. E queste ci servono».

Giampaolo parla poi dell’obiettivo Europa e dice: «Noi ci dobbiamo credere fino all’ultimo. Abbiamo le qualità fisiche, morali e i mezzi per stare lì. Dobbiamo anche avere la capacità di stare sotto pressione, di convivere con queste dinamiche». Sulla situazione dei giocatori invece: «Ramírez e Tonelli non sono convocati. Jankto? Lui giocherà. Davanti chi tra Defrel e Gabbiadini? Uno dall’inizio e uno a gara in corso».