Serie C LIVE: le ultime notizie sui gironi A, B, C

© foto www.imagephotoagency.it

Serie C, le ultime dai tre gironi che compongono la Lega Pro: classifiche, risultati, notizie, infortuni, squalifiche e mercato

Gli aggiornamenti sui tre gironi della Serie C: Girone A, Girone B e Girone C. Classifiche, risultati, notizie, infortuni, squalifiche e mercato.

Serie C girone A

AREZZO – Le parole di Cerci dopo l’ufficialità: «Per me è una grande opportunità di rilancio. La mia condizione? Mi sono allenato con un mio preparatore anche se mi manca il pallone. Non vedo l’ora di mettermi a disposizione del mister. Voglio essere protagonista quando starò bene. Non ho mai giocato in questa categoria ma qualcuno dei miei compagni l’ho affrontato in passato».

PERGOLETTESE – Un membro del gruppo squadra è risultato positivo. La Pergolettese, all’interno di una nota pubblicata sui propri canali di riferimento, comunica che il caso di positività al Covid-19 riscontrata all’interno del gruppo squadra è inerente a un dirigente gialloblu. La gara in programma domani col Grosseto è stata di conseguenza rinviata a domani.

Serie C girone B

SUDTIROL – Le parole di Stefano Vecchi, che presenta la sfida col Gubbio: «E’ un campionato molto equilibrato e nessuno è a punteggio pieno. In questo momento le squadre che potrebbero essere favorite sono inciampate, i conti poi si faranno alla fine. Sono contento dell’arrivo di Malomo, abbiamo avuto due problemi abbastanza seri dopo la prima giornata di campionato e sono movimenti di mercato come l’arrivo di Magnaghi che servono per il presente e per il futuro. Con il Gubbio ci aspetta una partita complicata come le prime tre che abbiamo giocato. Dobbiamo mettere in campo quello che sappiamo, poi i conti si faranno alla fine»

Serie C girone C

FOGGIA – Le parole del dt Ninni Corda sul mercato dei pugliesi: «Con Capuano abbiamo fatto un patto d’onore, lui l’ha rotto. Io non sono mai entrato in questioni tecniche con lui. Maiuri mi ha chiesto giocatori da 150mila/200mila euro, mi dispiace dirlo ma noi abbiamo un budget come tutte le società dell’universo. Ma Beretta a 150mila euro non me la sento di comprarlo. Quando Maiuri non si è presentato all’allenamento, per me è stato un fulmine a ciel sereno».

BARI – Le parole del tecnico Autieri: «Sesta partita in 18 giorni? Vale anche per la Viterbese, anche loro hanno giocato il turno infrasettimanale. Riusciremo comunque a mettere degli elementi freschi in campo. Celiento e Maita titolari? Hanno una migliore capacità di recupero, non ho ancora deciso e dobbiamo tener conto di De Risio non al meglio. Ci sarà bisogno di tutti, sarà una partita tosta contro un avversario scorbutico».

CATANIA – Le parole di Reginaldo: «Sono arrivato con la voglia massima di fare bene perché questa è una società che merita il massimo impegno di tutti i calciatori per gli sforzi economici che stanno facendo tutti i nuovi dirigenti. Bisogna riportare il Catania nelle categorie superiori perché per storia e blasone il club etneo non può giocare in Serie C. Io cercherò di dare il massimo per cercare di vincere più partite e aiutare i miei compagni a spingere più in alto possibile l’asticella. Non mi pongo limiti e sono venuto a Catania per vincere e questo presuppone che ho voglia di conquistare il campionato. Io credo che ci siano le possibilità di andare in Serie B anche attraverso i playoff».