Connettiti con noi

News

Spadafora: «Sport amatoriali? La Serie A non è un esempio»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Spadafora

Il ministro Vincenzo Spadafora ha fatto chiarezza sulla ripresa degli sport amatoriali e del campionato di Serie A

Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport, ha parlato degli sport amatoriali e della ripresa del campionato di Serie A: «Non prendete ad esempio la Serie A, la FIGC ha adottato un protocollo estremamente rigido, che mette in isolamento tutta la squadra. Cosa che ovviamente non può succedere per una partita amatoriale. La Serie A comprende poche centinaia di persone che sono in isolamento totale grazie al protocollo FIGC. Non esistono altre circostanze in cui il distanziamento non deve essere rispettato. Se ci sono assembramenti è perché ci sono persone irresponsabili».

«Prima ricevevo messaggi per far ripartire il campionato, ora ricevo messaggi contrari. La Serie A è ripartita perché parliamo di 20 squadre che possono stare in isolamento e adottare protocolli sanitari che non si possono usare nelle partite amatoriali di qualsiasi sport. Non è vero che non ritengo certe realtà importanti, io ho sempre spinto per lo sport di base tanto da essere fortemente attaccato dal mondo del calcio. E’ paradossale che adesso venga additato di essere contro lo sport di base e amatoriale», ha concluso Spadafora nel corso di una diretta Facebook.

Advertisement