Tavecchio: «Sogno la cantera degli allenatori della Federazione»

tavecchio
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Federazione, Carlo Tavecchio, parla dei suoi progetti e del futuro della Nazionale italiana di calcio. Le sue dichiarazioni e le ultimissime

Il presidente della FIGC Carlo Tavecchio rilancia la sua idea di creare una ‘cantera‘ di giovani allenatori italiani per permettere alla Nazionale di poter pescare dal vivaio in caso di necessità. Il numero uno del calcio italiano ha parlato a “Sky Sport” della Nazionale e dei suoi progetti: «Ventura ha augurato al calcio italiano per il 2017 di qualificarsi ai Mondiali? E vorrei ben vedere non lo facessi anche io. Io nemmeno prendo in considerazione l’ipotesi di una mancata qualificazione dell’Italia ai Mondiali. Auguro al calcio italiano di qualificarsi ma dovrebbe essere automatico e spero che ci sia una crescita nel sistema, qualitativamente parlando, e che ci sia un maggiore utilizzo dei giovani italiani».
LE PAROLE DI CARLO TAVECCHIO SULLA CANTERA DEGLI ALLENATORI – Prosegue il presidente della FIGC: «Molte società di vertice utilizzano giocatori italiani e sono molto contento. Io voglio creare una scuola degli allenatori federale in modo tale che la Federazione abbia degli allenatori interscambiabili. Non parlo di interscambiabilità nella Nazionale ma se l’allenatore della Nazionale non c’è, c’è subito uno che lo sostituisce: gli spagnoli la chiamano cantera».