Connettiti con noi

Prima Pagina

Torino-Roma: il pareggio per 1-1 risultato più ricorrente

Pubblicato

su

di francesco

La storia di Torino-Roma indirizza il match verso il segno X. Ultimo goal romanista in Piemonte siglato da Totti. Mihajlovic soffre quando affronta i giallorossi

I precedenti Torino-Roma in Serie A sono arrivati a quota 144: in vantaggio i giallorossi con 58 successi contro i 46 granata, i pareggio sono invece 40. Il bilancio delle reti dice 197-182 in favore dei romanisti, che vantano anche il Top Scorer della sfida, Pedro Manfredini detto “Piedone”, bomber argentino degli Anni Sessanta, a segno in nove occasioni e seguito da un altro cannoniere della storia romanista, Roberto Pruzzo a quota 8, a pari merito con Paolo Pulici del Torino.

L’analisi dei soli incontri disputati in casa dei granata, nei 71 matches precedenti il bilancio è a favore del Torino con 33 successi, ben 27 i pareggi e soltanto 12 le vittorie della Roma, l’ultima avvenuta nell’aprile 2013 con il risultato finale di 2-1 (Osvaldo, pareggio di Rolando Bianchi, goal vittoria di Lamela). L’ultima sfida ha registrato la vittoria dei granata per 3-1, incontro disputato all’ora di pranzo nel settembre 2016. In mezzo a questi due matches sono avvenuti ben tre pareggi consecutivi, tutti con l’identico risultato di 1-1. Completano il discorso lo score delle reti complessive nei soli incontri disputati in Piemonte, che recita 110-61 in favore dei padroni di casa.

Il successo più netto del Torino fu il 4-0 registrato il 10 gennaio 1971 mentre per la Roma la vittoria più pesante sul terreno ospite è stato il 2-0, verificatosi in due occasioni, precisamente nei tornei 1980-81 e 1986-87. Il pareggio per 1-1 è il risultato che si è verificato più spesso nella storia dei confronti, ben 12 occasioni. Curiosamente in occasione dei due scudetti vinti nel Dopoguerra, i giallorossi impattarono con questo identico risultato allo Comunale di Torino, oggi ribattezzato Stadio Olimpico.

Precedenti Torino-Roma: le curiosità

La sfida fra le panchine Mihajlovic-Di Francesco presenta spunti interessanti. Nel confronto diretto la spunta nettamente il tecnico serbo con tre successi, tre pari ed una sola sconfitta, quando alla guida del Milan (stagione 2015-16) venne superato sul terreno del Sassuolo con un classico risultato all’inglese, ovvero 2-0. Nella sfida dell’andata, giocata in occasione del nono turno come stavolta, avvenne il debutto (vittorioso per 2-1) da professionista di Gigi Donnarumma fra i pali rossoneri.

Il bilancio volge al negativo per l’allenatore granata quando andiamo a scorrere il bilancio dei confronti diretti contro la Roma. Nelle 14 partite complessive, Coppa Italia compresa, appena due vittorie, 4 pareggi e ben 8 sconfitte. Per Mihajlovic però, i giallorossi evocano anche un bel ricordo, ovvero quando l’otto novembre 2008 esordì da tecnico in Serie A alla guida del Bologna, chiamato in corsa dai felsinei. Il debutto lo vide uscire dal Dall’Ara con un punto, pareggiando per 1-1.

Eusebio Di Francesco invece ha affrontato in panchina il Torino 10 volte, compreso i primi due matches in Serie B della stagione 2010-11 quando allenava il Pescara. In totale 3 successi, 3 pareggi e quattro sconfitte.