Torino-Roma 0-1, top e flop: Dzeko+Kluivert show! Brilla Aina, male Pastore

dzeko torino-roma
© foto www.imagephotoagency.it

Torino-Roma, top e flop: Kolarov e Kluivert brillano, ma Pastore ed El Shaarawy deludono. Molto bene Ola Aina, ma soprattutto N’Koulou

Toro frizzante, a tratti anche molto intrigante da vedere. Roma ancora da registrare, con tante pedine ancora da sistemare nel 4-3-3 disegnato da Di Francesco. Ma Mazzarri e i suoi non avevano tenuto conto di Justin Kluivert, che ha cambiato il volto della partita, ma soprattutto di Edin Dzeko, autore di un gol meraviglioso. Così la Roma sbanca il Grande Torino, a pochi istanti dal fischio finale.

Torino-Roma: i promossi

DZEKO+KLUIVERT – Se queste sono le premesse per la nuova stagione i tifosi della Roma possono sognare. Il primo realizza un gol alla Van Basten da capogiro, il secondo entra e mezz’ora dalla fine e spacca la partita in maniera devastante. L’asse funziona. E la sensazione è che funzionerà anche in futuro.

KOLAROV – Anno nuovo, vita vecchia. Di Francesco ha sempre il solito Kolarov, che picchia e spinge sulla fascia come un forsennato. Prende pure un palo e crea situazioni davanti che non riescono a mettere insieme tutti gli attaccanti. Una forza della natura. In queste condizioni può giocare fino a 60 anni.

N’KOULOU – Monumentale. La sensazione è che sia un giocatore in grado di poter ben figurare anche in una big del calcio europeo. Annulla Dzeko. E fa sempre la cosa giusta anche in fase di impostazione. Da clonare, Mazzarri può dormire sereno con lui.

OLA AINA – L’uscita dal campo di De Silvestri è un momento nel quale il Toro ha bisogno di una scossa. Lui fa irruzione e si fa subito vedere: un treno sulla corsia di destra, tant’è che Kolarov deve fare gli straordinari per trattenerlo. Mette in mezzo anche il pallone del gol di Iago Falque. Buon esordio.

IAGO FALQUE – Se qualcuno si è messo in testa che farà panchina dopo l’arrivo di Zaza dovrà ricredersi. In fretta. Gli annullano un gol. Ma in generale fornisce una prestazione sontuosa, straordinaria anche in fase di ripiegamento.

Torino-Roma: i bocciati

PASTORE – La speranza dei tifosi della Roma è che sia soltanto in ritardo di condizione. Inguardabile da mezz’ala, addormentato quando Di Francesco lo sposta nel tridente. In una sola parola: molle.

EL SHAARAWY – Il Toro lo ha cercato per tutta l’estate. Ma vedendolo all’opera difficilmente si pentirà di non averlo preso. Impalpabile, mai nel vivo del gioco. L’ingresso spumeggiante di Kluivert è un messaggio subliminale: o il Faraone cambia passo o quest’anno sarà dura trovare spazio.