Connettiti con noi

Focus

Hellas-Toro, Juric è senza Bremer e Singo: spazio a Zima e Aina

Pubblicato

su

bremer

Verso Hellas-Torino, il tecnico non avrà i due big: prove di futuro con Zima e Aina. In attacco ancora Belotti, sfide in mediana

Quella di sabato scorso contro il Napoli è stata l’ultima partita di Bremer con la maglia del Toro. «Non ci sarà in queste ultime due partite, è giusto che si curi – ha spiegato Ivan Juric prima di partire per Verona – perché è da diverse settimane che si allenava e giocava con il dolore alla caviglia: lui, come tutti gli altri ragazzi, vanno ringraziati per come hanno stretto i denti». E proprio sul brasiliano circolano nuove indiscrezioni: dalla Francia, infatti, parlano di un forte inserimento del Paris Saint Germain nella corsa al centrale. Il club parigini ha visionato il classe 1997, che piace tanto anche a Inter, Milan e altre big europee. «Il prezzo lo farà il mercato» diceva qualche settimana fa il dt Vagnati, mentre il presidente Cairo si prepara a scatenare un’asta.

Si scalda Zima

Juric, invece, comincia a preparare il futuro, con Zima all’esame da vice-Bremer come centrale della difesa a tre insieme a Izzo (o Djidji) e Rodriguez. «Giocherà il ceco» ha annunciato l’allenatore, con il classe 2000 che dopo le apparizioni sul centro-destra verrà provato in mezzo al terzetto. Ma non è l’unica novità del Toro che affronterà il Verona. Nei giorni scorsi, infatti, Singo è stato sottoposto ad intervento di addominoplastica per una sindrome retto-adduttoria dolorosa insorta alcuni mesi fa. “L’operazione è stata eseguita dalla professoressa Ulrike Muschaweck alla presenza del dottor Daniele Mozzone, responsabile sanitario del club, l’intervento è perfettamente riuscito e il calciatore inizierà nei prossimi giorni la riabilitazione” ha fatto sapere la società granata in una nota ufficiale. La stagione di Singo, dunque, si conclude con due gare d’anticipo. Al Bentegodi ci sarà Aina, possibile la staffetta con Ansaldi: entrambi si giocano il futuro, con il nigeriano che ha vissuto di alti e bassi e l’argentino che dà più le giuste garanzie dal punto di vista della tenuta fisica.

Ancora Belotti

I dubbi principali, a questo punto, riguardano la mediana: Lukic torna dalla squalifica, da capire se verrà affiancato da Ricci, Mandragora o Pobega, in ordine di probabilità. Alle spalle di Belotti, infine, agiranno Praet e Brekalo, con Pjaca e Seck pronti a subentrare a gara in corso. In panchina, invece, dovrebbe rivedersi Edera: un anno esatto fa il gravissimo infortunio al ginocchio quando giocava in prestito alla Reggina, ora intravede la prima convocazione con Juric. Ancora da valutare le condizioni di Pellegri, acciaccato da un paio di giorni e a rischio forfait.