Torino, rivoluzione in mediana: Benassi verso Sassuolo

torino benassi
© foto www.imagephotoagency.it

Sarà un’estate di grandi manovre per il Torino, che stravolgerà la linea mediana: Benassi e Acquah ai saluti. Il Sassuolo punta l’ex nerazzurro – 21 giugno, ore 9.35

Marco Benassi potrebbe diventare un nuovo giocatore del Sassuolo. Il capitano del Torino è una trattativa che fa gola ma non sarà assolutamente facile strapparlo a una squadra con cui ha un contratto fino al giugno del 2021. La quotazione del giocatore è alta proprio in virtù della lunga scadenza del suo accordo col Toro, il Sassuolo però potrebbe avere gli argomenti giusti per far cambiare idea ai granata, soprattutto se dovesse cedere sia Pellegrini sia Berardi. In quel caso avrebbe un gran tesoretto per tentare l’assalto a Benassi.

Il Toro rivoluziona il centrocampo: Benassi proposto al Sassuolo

Ogni sessione di calciomercato, per una squadra di calcio, può rappresentare l’opportunità per consolidare il roster a disposizione o stravolgerlo. Il Toro di Mihajlovic ha optato per la seconda idea, in particolar modo per quanto riguarda i centrocampisti in forza al tecnico serbo. Acquah, stando a quanto riferito da La Gazzetta dello Sport, sembra essere destinato a trasferirsi al Newcastle, ma le novità più importanti riguardano Marco Benassi: il Capitano della Nazionale Under 21 potrebbe essere usato come pedina di scambio in un’operazione col Sassuolo. Petrachi vuole regalare un nuovo centrale difensivo al suo allenatore e, dopo aver incassato la richiesta esorbitante del Napoli per Lorenzo Tonelli, ha virato su Ferrari, di proprietà proprio del club neroverde. Nell’operazione, inoltre, rientrerebbe anche l’esterno d’attacco, Antonino Ragusa. Le trattative per migliorare il reparto arretrato, però, non si fermerebbero qui, infatti c’è stata un’accelerata per Cristian Zapata, di proprietà del Milan, e si è sondato il terreno per Munoz, centrale argentino in forza al Genoa. A guidare il reparto, stando alle ultime indiscrezioni, non dovrebbe essere Salvatore Sirigu, visti i problemi relativi a bonus e buonuscita, bensì Skorupski.