Rulli esce allo scoperto: «Il Napoli mi vuole». L’affare si complica

Rulli
© foto Wikimedia Commons

Rulli apre alla possibilità di un trasferimento a Napoli, ma l’affare con la Real Sociedad è più difficile del previsto stando alle ultime di calciomercato – 28 luglio, ore 8.50

Si complica la pista Geronimo Rulli per il Napoli, il portiere argentino adesso è leggermente più lontano. La colpa, se così si può chiamare, è soprattutto dell’alta valutazione che la Real Sociedad ha fatto per il numero uno sudamericano: vuole venticinque-ventisei milioni di euro, troppi per le casse del Napoli. Il ds napoletano Giuntoli non lo vorrebbe a titolo definitivo ma in prestito oneroso con obbligo di riscatto sulla base di un certo numero di presenze, una modalità che i baschi non sembrano vedere di buon occhio. In più, scrive La Gazzetta dello Sport, si mettono di mezzo Estudiantes e Manchester City: entrambe hanno percentuali sul cartellino di Rulli, questo alza il prezzo del giocatore.

Rulli esce allo scoperto: «Il Napoli mi vuole, ora decide la società»

Il Napoli è a caccia di un portiere in attesa di risolvere la questione Reina. Obbiettivo numero uno è Geronimo Rulli della Real Sociedad che è uscito allo scoperto sulla possibilità di un suo trasferimento in Italia attraverso le pagine di Mundo Deportivo: «So dell’interesse del Napoli e questo mi inorgoglisce molto perché si tratta di un club prestigioso che disputa la Champions. Hanno presentato un’offerta e lo sa anche il presidente della Real Sociedad. Sono tranquillo, a decidere sarà la mia società: se vuole vendermi lo farà, se non vorrà allora non lo farà. Io desidero arrivare bene al Mondiale. Sarò sempre legato alla Real Sociedad, mi hanno dato tutto e mi hanno aperto le porte dell’Europa, accetterò qualsiasi cosa sia ritenuta da loro la migliore e gli sarò riconoscente a prescindere. E’ grazie a loro se la mia famiglia e la mia ragazza vengono trattate nel modo migliore».

Intanto niente di nuovo si è mosso sul fronte del rinnovo di Pepe Reina. I rapporti tra società e giocatore sono a livelli minimi: il presidente De Laurentiis spera di poter rinnovare il suo contratto almeno per un altro anno mentre il portiere vorrebbe maggiori garanzie sul suo futuro.