Vecchi si presenta: «Cercheremo di raggiungere l’Europa fino alla fine»

vecchi inter
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’esonero di Stefano Pioli, tocca nuovamente all’omonimo Vecchi vestire i panni da traghettatore in casa Inter

Ieri sera c’è stato l’ultimo terremoto in casa Inter, con la proprietà cinese che ha deciso di sollevare Pioli dall’incarico, affidando la prima squadra a Vecchi. Il tecnico si era già seduto sulla panchina neroazzurra nel corso della stagione, tra la gestione De Boer e quella dell’ex Lazio appena esonerato, quando guidò la squadra nel 3-0 casalingo contro il Crotone. Nuovo incarico, dunque, per l’allenatore della Primavera che ne ha parlato così ai microfoni di Inter Channel: «Non c’è molto tempo, però, spero che la squadra, nonostante tutto, sia pronta a soffrire. Ho chiesto al gruppo di dare tutto quello che hanno in occasione delle ultime 3 giornate di campionato. Già nel primo giorno di allenamento ho ricevuto risposte positive in tal senso. Qualificazione in Europa League? Dobbiamo vincere più partite possibili, sperando che chi ci precede faccia dei passi falsi, visto che, ora come ora, non dipende da noi. Abbiamo il dovere di chiudere questa annata in maniera positiva, degna. Non possiamo avere rimpianti: dovremo cercare di ottenere la qualificazione in EL fino alla fine. Abbiamo calciatori di caratura internazionale, ma i risultati non rispecchiano il loro valore. Inter-Sassuolo? I neroverdi sono una bella squadra, organizzata e capace di giocare con la testa sgombra. Voglio vedere i miei calciatori dar prova di quello che sanno fare».