Allegri aspetta il Tottenham: «Sfida equilibrata, ma come 9 scelgo Higuain»

allegri juventus champions league
© foto www.imagephotoagency.it

Massimiliano Allegri ha tratteggiato i contorni tecnici e psicologici di Juventus-Tottenham

La maratona di conferenze stampa odierne si è conclusa con quella di Max Allegri. Il tecnico della Juve svela i dubbi di formazione che si porterà fino a domani: «Sturaro può tranquillamente fare il ruolo di Matuidi ed è quello che più gli si avvicina come caratteristiche, ma potrebbero anche giocare Marchisio o Bentancur. Deciderò domani». Poi, a dispetto di quanto detto da Khedira, punta forte sul Pipita: «Come numero 9 scelgo Higuain, anche se Kane è un giocatore veramente forte».

Allegri, quindi, sposta l’attenzione su questioni tattiche: «Dovremo giocare bene tecnicamente, perché se la mettessimo sul piano fisico potremmo uscire con le “ossa rotte”. Dovremo giocare dove gli Spurs soffrono». Per poi concentrarsi sulla crescita della sua Signora: «La squadra è cresciuta molto in Europa come autostima: due finali in tre anni non sono una cosa da poco, negli ultimi tre anni soltanto il Real Madrid ha fatto meglio. Metterci al pari dei migliori club europei è molto importante». Infine, avverte i suoi calciatori: «È un ottavo di finale equilibrato, dovremo giocare una partita attenta, con testa e grande tecnica, per poi conquistare il passaggio del turno a Londra».