Asamoah Gyan e altri 45 multati per «capigliatura non etica» dall’UAEFA

asamoah gyan
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante di Serie A con Udinese e Modena multato dalla Federcalcio degli Emirati Arabi Uniti per acconciatura non etica insieme ad altri 45 calciatori

Ricordate l’ex attaccante dell’Udinese, Asamoah Gyan, capitano della Nazionale ghanese? Il calciatore attualmente in prestito all’Al-Ahli Club dallo Shanghai SIPG, fa parte dai 46 calciatori multati dalla Federazione locale degli Emirati Arabi Uniti, la UAEFA, a causa della loro acconciatura, considerata « non etica » da alcune interpretazioni dell’Islam e sanzionandoli in modo da adottare un look più in linea con i valori espressi dall’Islam. Asamoah ha mostrato il suo nuovo taglio di capelli durante la recente Coppa d’Africa, competizione in cui il Ghana si è fermato alle semifinali. Nulla di particolarmente estroverso rispetto alle tante acconciature presenti nel mondo del calcio per l’ex attaccante di Modena e Udinese, club con cui ha giocato nella sua esperienza italiana a cavallo tra il 2004 e il 2008, mentre oggi gioca con l’Al-Ahli, società calcistica di Dubai.