Atalanta eliminata dalla Europa League, Gasperini: «Ora testa al campionato, volete il quarto posto?»

© foto www.imagephotoagency.it

Atalanta fuori dalla Europa League a favore del Copenaghen, le parole di Gian Piero Gasperini in conferenza stampa

L’Atalanta esce con molta amarezza dalla Europa League. Gli orobici vengono eliminati ai play-off dal Copenaghen dopo i calci di rigore. L’allenatore nerazzurro Gian Piero Gasperini, intervenuto in conferena stampa, non nasconde la delusione: «Le partite a eliminazione diretta sono diverse da quelle di campionato, qui non hai possibilità di rimediare. In queste gare conta la determinazione, la lucidità per segnare, stasera in 30 episodi non siamo riusciti a concretizzarne uno. Questa squadra saprà reagire, non è stato facile giocare sei partite da luglio, compresi gli spostamenti a Reggio Emilia e il caldo. I ragazzi sono stati encomiabili, non ho nulla da rimproverargli. Da domani penseremo al campionato, senza alcun rimpianto».

Gasperini ha poi proseguito risponendo alle domande dei cronisti presenti: «Il Copenaghen stava meglio, ma ha avuto pochi momenti di superiorità dove noi ci siamo difesi bene. Campionato? Dite sempre che questa è la rosa migliore nella storia dell’Atalanta, però si gioca in 11, non posso schierare 26 giocatori e faccio fatica anche ad allenarli. Cosa volete che vi dica, che giochiamo per la Champions? Io dico che giocheremo al meglio in ogni partita. Se poi la rosa forte vuol dire far rimpiangere chi non ha giocato allora diventa un problema. E’ un modo perfetto per spaccare il gruppo. Obiettivi? Se volete che giocheremo per il quarto posto ci impegneremo per quello. Poi direte perchè gioca Berisha e non Gollini o parlerete di un modulo anzichè di un altro. E’ quello che succederà, il rimpallino è già partito da tempo, ma io non c’entro. Giocherò con 11/14 giocatori».