Badelj non ci crede: «Ehi, siamo in finale! Juve, che colpo con CR7»

© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni di Milan Badelj nell’intervista con La Gazzetta dello Sport sulla prossima finale Mondiale contro la Francia

Tra i rappresentanti del calcio italiano nella prossima finale del Mondiale c’è anche Milan Badelj. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, il centrocampista croato ha rilasciato alcune dichiarazioni in vista della finale in programma domenica contro la Francia: «Ogni tanto mi dico ehi, ma siamo in finale. E’ pazzesco! A questa squadra è sempre mancato qualcosa, prima la tattica, poi i cambi e così via. Però giochiamo insieme da 8-10 anni e Dalic ci ha reso una squadra con un grande carattere». 

I ricordi della semifinale del 1998 in Francia? «Avevo 9 anni, ma era un contesto diverso. Il popolo, all’epoca, si unì davanti al televisore per patriottismo, la guerra era stata superata da poco. Oggi, invece, è passione per il calcio allo stato puro. Brozovic può giocare ovunque, Perisic è un fenomeno che se sta 90 minuti in campo prima o poi ti riesce a cambiare la partita. Kalinic, invece… anche se non è qui con noi, resterà sempre parte di questo gruppo».

Infine, chiusura sul colpaccio di calciomercato della Juventus«In Italia le cose stanno migliorando già da un po’ di tempo. Ora è pure arrivato Cristiano Ronaldo: uno dei più grandi di sempre, influirà sul livello del campionato e di ogni singolo giocatore. La Juve, con lui, può fare ancora meglio di quanto visto finora».