Prima la Roma, poi il resto. Ballardini: «A fine stagione racconterò una storia»

ballardini genoa
© foto www.imagephotoagency.it

La conferenza stampa di Ballardini in vista da Roma-Genoa: il tecnico rossoblu ha parlato anche del proprio futuro e della riconferma, non ancora arrivata, sulla panchina del Grifone

La salvezza quasi in tasca ed un ultimo step, forse decisivo, prima di pensare al futuro: il Genoa si presenta a Roma con la consapevolezza di non avere molto da perdere. I giallorossi, che puntano all’Europa, non potranno permettersi passi falsi, mentre nel caso dei rossoblu potrebbe bastare portare a casa un pareggio per dirsi comunque più che soddisfatti. Del resto la difesa della squadra di Davide Ballardini, intervenuto poco fa in conferenza stampa, è non a caso una delle migliori del campionato insieme proprio a quella capitolina, mentre il rendimento in trasferta è perfino migliore di quello casalingo. Insomma, gli ingredienti per un colpaccio ci sono tutti… «Vorrei vedere una squadra armoniosa in entrambe le fasi di gioco – spiega Ballardini, esaminando le possibili mosse della formazione di Eusebio Di Francesco. Non possiamo permetterci di andare lì senza pensieri, altrimenti rischiamo di prendere quattro gol… La Roma merita tutte le cose belle che le stanno capitando in Italia ed in Europa, noi faremo delle rotazioni a causa sia delle squalifiche che delle indisponibilità varie».

Impossibile però non parlare della questione rinnovo che lo riguarda: Ballardini è ancora un tecnico in bilico nonostante la media punti eccezionale – più di uno e mezzo a partita da quando è seduto sulla panchina rossoblu – e l’obiettivo salvezza messo quasi in cascina (leggi anche: RINNOVO BALLARDINI: LE ULTIME INDISCREZIONI): «Se sono di nuovo al Genoa è stato grazie al presidente Enrico Preziosi, ma ringrazio anche il popolo rossoblu che mi vuole bene. Mancano sei partita alla fine del campionato, a fine stagione poi parlerò e racconteremo insieme questa bella storia», chiosa l’allenatore romagnolo. Bella davvero per chi, lo capiremo probabilmente solo tra qualche settimana. Nel mentre il tecnico del Grifone, che domani metterà insieme la settantesima presenza complessiva – dal 2010 ad oggi, in diversi intervalli – sulla panchina rossoblu, ha anche diramato la lista dei convocati in vista del match di domani dell’Olimpico.