Balotelli, il Nizza spinge l’attaccante verso il Mondiale

nizza balotelli
© foto www.imagephotoagency.it

Jallet, compagno di Balotelli al Nizza, si scopre: «Non capisco perché Mario non venga chiamato in nazionale»

Se in Italia il suo indice di gradimento va da “oggetto sconsosciuto” a “c’abbiamo già provato, grazie”, in Francia le cose sembrano andare molto diversamente per Mario Balotelli. L’attaccante sta vivendo un periodo positivo in Costa Azzurra e il club sembra averlo ormai definitivamente adottato, tanto che è lo stesso Nizza a sperare in un posto al Mondiale per SuperMario. L’ha confermato ieri anche Christophe Jallet, suo compagno di squadra ed ex nazionale francese, alla vigilia della gara di Europa League contro la Lazio. Il terzino ha spiegato che vede Balotelli in condizione e non capisce perché il suo commissario tecnico – Gian Piero Ventura – lo ignori, invece di dargli un’adeguata chance.

MISTERO AZZURRO – In effetti, è quello che si chiedono un po’ tutti. Che Ventura volesse portare avanti un certo gruppo e una certa idea di gioco, è apparso evidente dall’inizio. Tuttavia, il comportamento di Balotelli a Nizza è sembrato esemplare, forse proprio perché lontano da una piazza eccessiva e rintanato in un angolo di mondo che non lo sopporta, ma anzi lo vuole volentieri con sé. Come riporta “Il Corriere dello Sport”, Jallet ha incensato il compagno azzurro, dicendo che è gentile, disponibile e si allena al massimo delle sue potenzialità. L’Italia deve ancora superare la Svezia, ma questo dibattito si porterà avanti – se si passerà il play-off – fino al giugno 2018.