Bonucci cuore Milan: «Qui per il progetto. Derby? Vinciamo noi!»

locatelli bonucci milan
© foto www.imagephotoagency.it

L’esperienza alla Juventus, l’avventura al Milan e il derby di Milano contro l’Inter: ecco le parole di Leonardo Bonucci ai microfoni di Tencent Sports

Il derby Inter-Milan si avvicina, uno dei grandi protagonisti sarà Leonardo Bonucci. Arrivato in rossonero in estate dalla Juventus, il centrale difensivo ha parlato della sua avventura in bianconero ai microfoni di Tencent Sports: «Avevo appena compiuto 23 anni dopo il Mondiale, si è trattato di un passaggio importante. Ho trovato difficoltà la prima stagione: la maglia della Juventus, come quella del Milan, mette pressione addosso e un giovane fa fatica a mantenere equilibrio. Per fortuna è arrivato Conte che ci ha dato la giusta mentalità, sono arrivati grandi calciatori ed ho avuto la fortuna di giocare 7 anni alla Juventus e di vincere. A livello umano sono cresciuto, come età e come carattere. E’ stata una crescita che mi ha portato ad essere quello che sono oggi, ma da oggi deve esserci un nuovo inizio».

In estate il trasferimento dalla Juventus al Milan ha suscitato grandi polemiche, Bonucci ha spiegato il perchè di questa scelta: «Il progetto del Milan è quello che mi ha spinto a scegliere questa grande sfida. Ero consapevole delle difficoltà, ma ho accettato perché voglio misurarmi e mettermi nuovamente in discussione. Ci saranno molte difficoltà, ma l’obiettivo è quello di migliorare e di dare il massimo, a prescindere dalla gara che si gioca. C’è molto da lavorare: questa è la strada da intraprendere per non porci limiti in Serie A ed in Europa League. L’obiettivo minimo deve essere la qualificazione in Champions League, il Milan deve giocarla ogni anno. E’ stato un periodo sfortunato, ma da questo anno il nostro obiettivo è quello di tornare a giocare la Champions».

Questa sera in programma il derby della Madonnina contro l’Inter, una gara particolare per il centrale difensivo cresciuto nel settore giovanile nerazzurro: «L’Inter è un’ottima squadra, con ottime individualità ed ha scelto un tecnico importante. Dobbiamo fare massima attenzione e dare il meglio. Dell’Inter prenderei Candreva ed Eder, amici e compagni di Nazionale. Ho avuto modo di stare con loro: sono due ragazzi splendidi e due grandi calciatori. Pronostico di Inter-Milan? Vinciamo noi, ma non dico quanto».