Boschi: «Parità salariale tra calciatori e calciatrici». La rete si scatena – FOTO

© foto www.imagephotoagency.it

Il tweet della sottosegretaria di Stato, Maria Elena Boschi, sul tema della parità dei compensi nel calcio tra uomini e donne che infiamma i social network

La sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi, infiamma la rete con un tema calcistico sulla parità salariale tra uomini e donne. La politica italiana prende come esempio il recente caso della Norvegia, dove è stata sancita la parità dei guadagni tra i calciatori e le calciatrici. Questo il tweet: «Norvegia: sancita parità salariare tra calciatori e calciatrici. Domani con Luca Lotti daremo vita a un tavolo di lavoro su questi temi». Diverse le posizioni critiche in risposta alla sottosegretaria, tra cui quella del politologo Gianfranco Pasquino: «Parità salariale fra calciatori (Cristiano Ronaldo?) e calciatrici, eroica battaglia. A ognuno le sue priorità».

Il tema della parità calcistica tra uomini e donne viene rilanciato dalla Boschi dopo una ‘prima volta’ storica accaduta in Norvegia. I calciatori della nazionale maschile norvegese, infatti, hanno accettato di ridursi i compensi dal 2018 per renderli uguali a quelle delle loro colleghe della nazionale femminile, da sempre assai inferiori, come accade praticamente in tutte le altre federazioni calcistiche mondiali. Un segnale, quello norvegese, che pone fine a una discriminazione di genere. Un tema che viene anche negoziato attualmente in Danimarca e in USA, ma forse difficilmente ‘esportabile’ nel resto del mondo. Cosa che i social network sottolineano, appunto, in risposta al tweet della Boschi.

Boschi: parità nel calcio tra uomini e donne. I social si scatenano