Capello per il dopo Ventura: l’ombra di Don Fabio sul ct dell’Italia

capello
© foto www.imagephotoagency.it

La Nazionale dovrà combattere per accedere al Mondiale. Se Ventura non dovesse qualificarsi, la FIGC punterebbe su Capello

L’Italia da Ventura a Capello? E’ questa l’ipotesi in voga nelle ultime ore. Giampiero Ventura, nonostante il rinnovo del contratto fino al 2020, non è certo di mantenere il posto sulla panchina della Nazionale. La sua Italia non ha convinto in questo 2017 e sarà costretta a giocarsi l’accesso ai Mondiali attraverso gli spareggi. Tante le critiche piovute addosso all’attuale commissario tecnico della Nazionale azzurra. Il ct in caso di mancata qualificazione al Mondiale andrà via e Tavecchio, presidente della FIGC, starebbe pensando a Fabio Capello.

Don Fabio attualmente allena lo Jiangsu Suning. Il suo club non è ancora salvo, a quattro giornate dalla fine, ma gli dovrebbero bastare solo 3 punti per mantenere la categoria. Don Fabio, dopo il primo anno in Cina, nonostante un altro anno di contratto con il club di Nanchino, vorrebbe andare via. Si aspettava un’avventura diverse e avrebbe già comunicato al responsabile tecnico delle squadre Suning, Walter Sabatini, la volontà di risolvere anticipatamente l’accordo da 10 milioni annui. Per Don Fabio potrebbero aprirsi le porte della Nazionale. Ventura ha un avversario in più e dovrà guardarsi anche dall’ombra di Capello.