Connettiti con noi

Hanno Detto

Thiago Motta: «Non dimentichiamo la sconfitta con la Lazio. Sull’Udinese…»

Pubblicato

su

Thiago Motta, tecnico dello Spezia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Udinese. Le sue dichiarazioni

Thiago Motta, tecnico dello Spezia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Udinese. Le sue parole.

SCONFITTA CONTRO LA LAZIO – «Sono sicuro che l’abbiamo dimenticata, nel senso che non possiamo dimenticare il sapore amaro dopo una partita così. Non dobbiamo ripeterlo, è stata una partita molto difficile, anche se abbiamo iniziato bene con un e poi ne abbiamo preso un altro subito, non possiamo farlo perchè dobbiamo avere equilibrio nelle situazioni del genere. Non mi è piaciuto il terzo gol, dopo un rigore parato: non possiamo permettercelo. La partita al di là degli errori, con l’espulsione di Kelvin che ci ha condizionato anche se non ha cambiato il risultato. Domani non abbiamo un giocatore come Amian. Non critico l’arbitro, non lo farò mai, ma devo dire che io per primo ma anche lui ha sbagliato alcune decisioni che spero saranno evitate in futuro. Anche a Cagliari siamo stati penalizzati e lì ha cambiato».

COME STA LA SQUADRA – «Difficile dare una percentuale. Secondo quello che ho visto, i ragazzi stanno bene, capiscono la nostra situazione, non abbiamo tempo perchè nel calcio non c’è mai tempo, né io come allenatore, né loro. Fin dove possono arrivare non lo so nemmeno io, non possiamo avere limiti: sono giovani, hanno qualità, hanno potenzialità enorme. Sta a me decidere chi gioca o no, dire ora dove possono arrivare non posso dirlo perchè non è semplice, ci sono tante variabili. Sono convinto possano arrivare lontano».

MERCATO – «Sono soddisfatto per i giocatori che ho, è il mio lavoro e ho una rosa a disposizione. Sono contentissimo e insieme dobbiamo dare il nostro massimo, non sappiamo dove possiamo arrivare ma abbiamo margini enormi. Vedremo alla fine cosa saremo capaci di fare».

UDINESE – «Sono molto fisici e con grande qualità individuale. Collettivamente sono insieme da tanto, hanno fatto due buone partite, ma non sono d’accordo con il fatto che abbiano dominato il Venezia, che ci ha provato con coraggio e ha subito contropiedi, una delle forze dell’Udinese. Hanno sempre in testa l’idea di pressare e di mettere in difficoltà l’avversario, possono fare male e lo sappiamo. Non sono cambiati molto dall’anno scorso, dobbiamo stare attenti anche quando attaccheremo noi».