Connettiti con noi

Hanno Detto

Dionisi: «Noi ad oggi abbiamo quello che ci meritiamo. Sull’Inter…»

Pubblicato

su

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Inter. Le sue parole

Alessio Dionisi, tecnico del Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Inter. Le sue parole riportate da Sassuolonews.net.

PRIMO BILANCIO – «Una squadra ha quel che si merita e noi ad oggi abbiamo quello che ci meritiamo. Forse nelle prestazioni siamo stati migliori che nei risultati ma se si continua così sono convinto che si compensa tutto. In un campionato emergono i valori reali, la classifica poi dice il vero, ora è troppo preso. Si sentenzia sempre dopo ogni partita ma è troppo presto».

PAROLE CARNEVALI – «Ringrazio Carnevali per le parole e le condivido. Il Sassuolo è una società importante, lo ha dimostrato negli anni ma confermarsi è sempre più difficile perché altri si sono rinforzati. La società ha fatto delle scelte. Tutti hanno ambizioni e certi giocatori sono stati ceduti e sono stati sostituiti con dei giocatori che hanno qualità ma bisogna dargli il tempo: alla squadra di amalgamarsi, allo staff di entrare dentro, ma è normale che qualcosa possa venire meno ma nel tempo sono ottimista e le prestazioni lo dimostrano, fermo restando che non conta quanto fatto ma quanto faremo ma è una constatazione che abbiamo ringiovanito, tolto esperienza, con giocatori giovani che saranno importanti ma oggi lo sono meno».

GOL SUBITI «Per gol fatti e gol subiti. Quando dico che guardare la classifica è presto ma bisogna guardarla sempre, lo stesso vale per questo, dipende chi hai affrontato, le condizioni, è presto anche per guardare i numeri. Sicuramente potevamo realizzare di più ma abbiamo parlato di una squadra di prospettiva e anche questo rientra nel contesto di squadra. Le qualità realizzative le abbiamo ma dobbiamo tirarlo fuori di più e l’equilibrio di squadra serve per cercare di essere più efficaci in attacco. Domani non prendere gol sarà quasi impossibile, però…quasi. Lavoriamo per rendere possibile quel quasi».

INTER – «Mi aspetto una partita difficile. Avremo delle occasioni perché magari l’Inter fino a certe altezze di campo può concedere qualche giocata, poi sappiamo che hanno dei valori straordinari. Sono fisici, più fisici rispetto alle squadre affrontate, ma non pensiamo al passato, dobbiamo pensare all’Inter, sapendo che possiamo determinare anche noi il risultato finale, fermo restando che sappiamo chi abbiamo davanti e dobbiamo sperare che loro possano sbagliare qualcosa».