Dybala rigorista, Allegri dixit. E le alternative della Juventus?

© foto www.imagephotoagency.it

Dybala rimarrà il rigorista Juventus nonostante i due errori di fila in campionato. Allegri gli chiede più cattiveria: chi sono le alternative?

Paulo Dybala sbaglia ancora un calcio di rigore decisivo per la classifica della Juventus. Si ripete quanto già accaduto a Bergamo contro l’Atalanta: in quell’occasione il calcio di rigore fallito dalla Joya fissò il punteggio finale sul 2-2. Quest’oggi, invece, la parata di Strakosha al 95′ permette alla Lazio di espugnare l’Allianz Stadium, inviolato dopo 782 giorni di imbattibilità. Striscia interrotta dalla vittoria della formazione allenata da Simone Inzaghi spinta dalla doppietta del bomber Ciro Immobile. Nei minuti finali, grazie al calcio di rigore concesso con l’ausilio del Var per il fallo di Patric su Bernardeschi, è andato nuovamente il rigorista Dybala. Era l’occasione per spazzare via l’errore contro l’Atalanta, invece è arrivato il secondo rigore consecutivo fallito dall’attaccante argentino. Due errori di fila stonano per un calciatore con i numeri della Joya, 17 rigori segnati in Serie A e divenuto presto il rigorista designato da Allegri. Due errori arrivati in un momento decisivo ai fini del risultato finale della partita, in un caso – quello di Bergamo – per ottenere i tre punti e oggi contro la Lazio per raggiungere un pareggio in extremis.

Errori pesanti dal dischetto che si sommano al precedente storico della Supercoppa Italiana di Doha persa contro il Milan con l’errore dal dischetto della Joya contro Donnarumma. Da qui a parlare di un problema di Dybala dagli undici metri quando conta veramente tanto ce ne vuole, ripensando ad esempio alla ‘rivincita su Donnarumma’ con il rigore realizzato in campionato a tempo scaduto sul Milan la scorsa stagione per i tre punti. O allo stesso rigore del parziale 2-2 in Supercoppa Italiana contro la Lazio. Allegri ha confermato Dybala come rigorista della Juventus anche per il futuro durante le interviste del post-partita, non lesinandogli una punzecchiatura: «Paulo continuerà a tirare i rigori, anche se deve farlo con più cattiveria. Deve stare sereno, ci sono nel calcio questi momenti che vanno affrontati con la giusta cattiveria agonistica. E’ rientrato solamente giovedì dalla Nazionale e ha fatto solo mezzo allenamento ieri, ecco perché è partito dalla panchina».  Dybala resta, dunque, il rigorista scelto da Allegri, ma in caso di emergenza la rosa bianconera ha anche valide alternative: a partire da Gonzalo Higuain, già 17 rigori segnati in carriera, passando per lo stesso Federico Bernardeschi (10) così come Mandzukic (5) e Claudio Marchisio (3).