Ecuador-Argentina, la notte decisiva: Mondiale 2018 in bilico

Messi Argentina
© foto www.imagephotoagency.it

Alle ore 01.30 italiane l’Argentina sfiderà l’Ecuador ai 2850 metri di Quito per evitare l’onta della mancata qualificazione al Mondiale di Russia 2018: la situazione del girone

L’Argentina si gioca l’ultima possibilità per continuare a sperare nella qualificazione al Mondiale 2018.  Alle ore 01.30 italiane la Seleccion di Jorge Sampaoli si giocherà tutto nell’ultima gara a disposizione del girone di qualificazione per Russia 2018. Ecuador-Argentina rappresenta l’ultimo appiglio per l’Albiceleste: servono i tre punti per raggiungere almeno lo spareggio play-off contro la Nuova Zelanda e giocarsi le carte per staccare il pass in Russia. Trasferta delicata ai 2860 metri di Quito, novanta minuti per evitare il disastro: l’ultima volta che l’Argentina non si qualificò per un Mondiale fu quasi cinquanta anni fa, Mexico ’70, un’epoca calcistica lontana rispetto a quella attuale.

Il girone di qualificazione è apertissimo: solo il Brasile è già qualificato dall’alto dei 38 punti, poi troviamo Uruguay 28, Cile e Colombia 26, Perù e Argentina 25 e Paraguay a 24. Le prime quattro del girone vanno direttamente al Mondiale, mentre la quinta dovrà passare dagli spareggi (contro la Nuova Zelanda). Per Sampaoli è l’ora delle scelte più importanti: rischiano ancora la panchina Dybala e Icardi, con l’Argentina che dovrà anche sfidare lo storico dei precedenti in Ecuador. L’ultima vittoria risale al 15 agosto 2001 con le reti di Veron e Crespo. Inoltre, dei 26 calciatori convocati dal ct dell’Argentina solo in 6, vale a dire Messi, Biglia, Banega, Mascherano, Romero e Di Maria hanno già giocato all’impressionante quota di 2850 metri di Quito.