Euro 2028 in Italia: la FIGC pensa alla candidatura ma ci sono dei problemi

costacurta nazionale
© foto www.imagephotoagency.it

L’Italia pensa alla candidatura per Euro 2028. A settembre l’Italia avanzerà la candidatura ma servono stadi da almeno 30mila posti

Gli Europei in Italia? Euro 2020 sarà il primo Europeo itinerante e celebrerà i 60 anni dell’UEFA (il match inaugurale sarà a Roma). Da Euro 2024 si tornerà alla normalità ed Euro 2028 potrebbe essere ospitato in Italia. Secondo Repubblica la Federazione, per rilanciare il movimento italiano, starebbe pensando di presentare la propria candidatura per l’Europeo del 2028. A settembre sarà possibile presentare la candidatura ma bisogna attenersi ai parametri della UEFA: servono 10 stadi, tre da almeno 50mila posti (preferibilmente uno da 60mila), tre da 40mila, quattro da 30mila.

Si parla di capacità netta, di biglietti effettivamente disponibili. Oggi in Italia si tende a ridurre le capienze degli impianti e servirà una svolta. L’Italia ospiterà l’Europeo Under 21 nel 2019 ma nessuno degli impianti sarà riutilizzabile nel 2028: tutti sono sotto la soglia minima, anche la Dacia Arena e il Mapei Stadium. Il nuovo stadio di Cagliari, a capienza variabile, potrebbe invece raggiungere i 30mila posti. La candidatura italiana potrebbe incidere su molti progetti in cantiere. L’Italia vuole esserci.