Flamengo, Leonardo sulla tragedia: «Volevano solo diventare calciatori»

Flamengo, Leonardo sulla tragedia: «Volevano solo diventare calciatori»
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore tecnico del Milan Leonardo interviene dicendo qualche parola in memoria ai giovani morti della tragedia a Flamengo, portati via dall’incendio. Ecco le sue parole

Sulla tragedia dell’incendio nell’area sportiva di Flamengo Leonardo si esprime così: «Sono molto toccato da quello che è successo al centro Ninho do Urubu, quando ho cominciato a giocare nelle giovanili del Flamengo c’era solo il terreno e il sogno di costruire un centro sportivo di alto livello. Vorrei abbracciare tutte le famiglie delle vittime dell’incendio. Il mio pensiero e la mia preghiera sono per quei giovani che inseguivano il sogno di diventare calciatori». Ricordiamo che Leonardo ha pure giocato, sia nelle giovanili che in prima squadra del club Flamengo, negli anni 80′.

Non sappiamo ancora la causa dell’incendio però sappiamo che è scoppiato nell’alloggio per i ragazzi delle giovanili dove hanno lasciato la vita 4 ragazzi della squadra giovanile, 2 ragazzi in prova e 4 dipendenti che lavoravano al centro sportivo. Sono 4 i feriti in totale di cui uno gravissimo, in fin di vita. E’ successo tutto stamani. I pompieri sono riusciti a domare l’immenso incendio del centro sportivo solo dopo ore. Il centro veniva considerato un vero gioiello della città, ora è rimasta solo una tristissima area desolata e distrutta. Il centro sportivo in questione è il George Helal che si estende su 5000 metri quadrati. Ha due aree indipendenti, palestre, vasche, campi, e molto altro. Sospeso ovviamente l’allenamento della squadra e molto probabilmente verrà sospesa pure la partita che il Flamengo doveva giocare contro il Fluminense. Ora è solo tempo di lutto.