Fuorilegge Barcellona: la Roma ne prende 6

© foto www.imagephotoagency.it

Decidono le doppiette di Suarez e Messi, le reti di Piqué ed Adriano. Gol della bandiera di Dzeko

Assolo Barcellona: segnano due volte Suarez e Messi, Piqué, Adriano e Roma a tappeto. Serve a poco la rete finale di Dzeko. Illegali i blaugrana per qualsiasi avversario graviti dalle sue parti: unica notizia positiva per gli uomini di Garcia arriva da Borisov dove il Bate ha impattato con il Bayer Leverkusen ponendo il discorso qualificazione nelle mani della Roma.

PRIMO TEMPO – Quinta giornata della fase a gironi della Champions League 2015-16 (Bate Borisov e Bayer Leverkusen hanno pareggiato, giallorossi qualificati se all’ultimo turno battono i bielorussi all’Olimpico, basta il pari se i tedeschi non vincono con il Barcellona): oggi impegno proibitivo per la Roma di Garcia che fa visita ai migliori del mondo, quel Barcellona campione di tutto che continua a lasciare senza fiato il mondo del calcio. Primo acuto di Messi al 4’ minuto: tiro potente dal limite, bravo Szczesny a deviare in corner, l’argentino poi fallisce clamorosamente a tu per tu con Szczesny ben lanciato da Busquets. Nel frattempo rete annullata a Suarez per sospetta posizione irregolare di Neymar. Roma viva al 13’: esce male Ter Stegen (complice l’indecisione di Vermaelen) ed il colpo di testa di Dzeko da ottima posizione termina clamorosamente alto. Al 15’ il vantaggio del Barcellona: la linea difensiva giallorossa tiene colpevolmente in gioco Dani Alves abile a sfondare negli ultimi metri e servire Suarez che deve soltanto depositare in rete. Non c’è tempo per rifiatare: al 18’ minuto palla al ritrovato Messi che dopo due chance fallite si serve del suo proverbiale scavetto e beffa Szczesny in uscita con un colpo da maestro. Roma a tappeto: lacune difensive evidenti e non consentibili contro una squadra che non ti perdona neanche quando sai perfetto. Barcellona che continua a sfruttare gli errori giallorossi nell’attivazione della trappola del fuorigioco: meraviglioso uno-due tra Messi e Neymar con il brasiliano fermato ingiustamente dal guardalinee a tu per tu con Szczesny. Occasione Roma al 41’: solita punizione di Pjanic per liberare Florenzi al tiro, attento Ter Stegen nella deviazione in corner. Al 44’ arriva il tris del Barcellona: cross di Neymar allontanato male da Keita sul destro di Suarez, l’uruguaiano si esibisce in una soluzione volante che sa di capolavoro e trafigge il malcapitato Szczesny. Termina così un primo tempo a senso unico: Barcellona-Roma 3-0.

SECONDO TEMPO – Due sostituzioni all’intervallo, una per parte: Luis Enrique fa riposare Busquets lanciando il canterano Samper, Garcia sceglie Iturbe in luogo di Nainggolan. Il copione non cambia: prima chance del Barcellona con il sinistro di Messi che trova potenza ma non precisione, gran botta di Neymar al 6’ con Szczesny che si supera nella deviazione in corner. Al 9’ squillo Roma: il subentrato Iturbe suggerisce per Iago Falque ed è una gran parata di Ter Stegen ad evitare il gol. Al 10’ arriva il poker: Suarez per Messi che serve alla perfezione l’accorrente Piqué, gioco da ragazzi depositare in rete per il centrale del Barcellona. Neanche il tempo di respirare ed è pokerissimo: controllo da favola di Neymar e palla a Suarez, filtrante per Messi che prima si vede respinto il tiro da Szczesny e poi lo trafigge sulla ribattuta. Buon ingresso in campo di Iturbe: al 18’ si procura una punizione (fallo di Messi al limite dell’area) ma Pjanic questa volta non è letale come ha ben abituato, Neymar dall’altra parte vicino al gol con uno dei suoi proverbiali numeri. Al 32’ minuto arriva il 6-0: calcio di rigore per fallo di Ucan su Neymar, il brasiliano si incarica della battuta ma Szczesny neutralizza, irrompe Adriano e sigla il tap-in vincente. Al 37’ calcio di rigore assegnato alla Roma per fallo di Bartra su Dzeko, il bosniaco però fallisce la battuta e si fa ipnotizzare da Ter Stegen. Chiude la rete della bandiera giallorossa: cross di Digne e testata di Dzeko che incrocia e batte Ter Stegen. Termina 6-1.

BARCELLONA A VALANGA – Contro questo Barcellona dipende soltanto da questo Barcellona: guai a pensare altrimenti. Se decidono di batterti lo fanno, di schiacciarti ugualmente, di umiliarti pute: la Roma prova ad alzare la linea difensiva per attivare la trappola del fuorigioco ma i risultati sono nefasti e soltanto alcune erronee chiamate arbitrali limitano il passivo nel primo tempo. Due volte Suarez e Messi nei primi 45 minuti, ancora Messi, Piqué e Adriano nella ripresa con il suddetto passivo che si fa enorme. Roma che può qualificarsi all’Olimpico nell’atto finale con il Bate Borisov.

TABELLINO – BARCELLONA – ROMA 6-1

Marcatori: Suarez (B) 15’, Messi (B) 18’, Suarez (B) 44’, Piqué (B) 55’, Messi (B) 58’, Adriano (B) 77’, Dzeko (R) 91’

Ammoniti: Barcellona – Piqué, Dani Alves, Messi; Roma – Vainqueur

Espulsi:

Note: Neymar (B) ha fallito un calcio di rigore neutralizzato da Szczesny

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Piqué (al 56’ Bartra), Vermaelen, Jordi Alba; Sergi Roberto (al 64’ Adriano), Busquets (al 46’ Samper), Rakitic; Messi, Suarez, Neymar. In panchina: Bravo, Mathieu, Iniesta, Munir. Allenatore: Luis Enrique

Roma (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; Pjanic (al 75’ Ucan), Keita, Nainggolan (al 46’ Iturbe); Florenzi (al 56’ Vainqueur), Dzeko, Iago Falque. In panchina: De Sanctis, Castan, Torosidis, De Rossi. Allenatore: Rudi Garcia