Connettiti con noi

Genoa News

Genoa, Ballardini: «Ribery è un campione, la Salernitana squadra vera»

Pubblicato

su

Ballardini

Davide Ballardini, tecnico del Genoa, ha parlato ai canali ufficiali del club ligure in vista del match contro la Salernitana

Davide Ballardini, tecnico del Genoa, ha parlato ai canali ufficiali del club ligure in vista del match contro la Salernitana. Le sue parole.

SALERNITANA – «Si affrontano solo se hai la stessa attenzione, la stessa fame, lo stesso furore da squadra solida, compatta con le qualità che hai ma non puoi non avere quella attenzione e quella determinazione che certamente la Salernitana avrà. Sennò parti già con un handicap. E’ un altro bel match che ci mette davanti una squadra che per me è competitiva. La Salernitana lo ha dimostrato in questo inizio di stagione. Da Bologna, con l’Atalanta, Verona ha dimostrato di essere una squadra viva che se la vuole giocare e che mette in difficoltà tante squadra. Sarà anche domani molto stimolante il match perchè bisogna essere molto bravi sotto tutti gli aspetti».

RIBERY – «Ribery è un campione. Ha giocate che solo lui può fare. Se c’è Ribery il gioco della Salernitana ha una qualità, senza Ribery il gioco della Salernitana ha un’altra qualità e magari guadagnano di più in aggressività e in dinamicità e perdono qualcosa in qualità».

BIRASCHI E VANHEUSDEN – «Abbiamo bisogno di giocare per conoscerci meglio, per legarci sempre di più, per avere quella solidità, quella chiarezza, quella voglia insieme di fare benissimo le due fasi di gioco. Adesso non siamo sempre così continui, ci sleghiamo un po’ e concediamo spazio agli avversari. Le partite ci diranno se stiamo migliorando nell’attenzione, nella solidità e nella chiarezza nelle due fasi di gioco».

NUOVA PROPRIETA’«Li ringrazio. Nei primi quindici minuti il Genoa ha giocato benissimo, abbiamo iniziato bene la partita poi dopo ci siamo un po’ slegati, abbiamo perso le distanze e il Verona è uscito con le sue qualità. Nella ripresa abbiamo dimostrato ancora una volta di avere un grande cuore e una grande voglia di recuperare la partita. Bisogna che siamo squadra solida, legati fra di noi, bravi nel gioco per fare tutta la partita bene».