Gentile, che retroscena: «Fossi stato figlio di p****** avrei firmato per la Juve!»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex giocatore della Juventus ed ex ct dell’Under 21, Claudio Gentile, ha attaccato la Federazione e ha svelato un retroscena

Mai banale Claudio Gentile! L’ex difensore della Juventus ed ex ct dell’Italia Under 21 è tornato alla carica dopo le parole polemiche su Di Biagio. Queste le nuove dichiarazioni dell’ex ct a RMC Sport: «Io non ho niente contro Di Biagio, a me non convince la politica della Federazione. In passato sono stati mandati via gli allenatori dell’Under 21 che non hanno fatto bene e lui addirittura è in Nazionale maggiore. Rifondazione? C’è molto del vecchio ciclo, non si può ripartire per l’Europeo da Buffon, a cui va riconosciuto tutto il merito per quello che ha fatto».

Poi l’ex ct svela un retroscena sul suo addio alla Federazione: «Io non accettavo le imposizioni dall’alto, non sono uno yes-man. Io sono sempre andato per la mia strada, così delle persone, quando il commissario era Rossi, sono riusciti ad allontanarmi. Venivo visto come un ostacolo. All’epoca avevo ricevuto un’offerta importante dalla Juve e per rispetto avvisai la Federazione. Loro mi rassicurarono sulla mia conferma in Under 21. Poi sono stato mandato via e naturalmente non potevo più andare alla Juve ma se fossi stato un figlio di puttana, come bisogna essere oggi nel mondo del calcio, avrei firmato con la Juve».