Il CONI riapre il caso Frosinone-Palermo, anche la Serie A rischia il blocco

Il CONI riapre il caso Frosinone-Palermo, anche la Serie A rischia il blocco
© foto www.imagephotoagency.it

Il CONI annulla la sentenza della Figc in merito alla finale playoff Frosinone Palermo e chiede di rivedere le sanzioni imposte ai ciociari

Anche la Serie A rischia di finire nel caos esattamente come è successo a Serie B e Serie C. Tutto nasce da Frosinone-Palermo, finale di ritorno dei playoff vinta dai ciociari per 2 a 0, e dall’invasione di campo conseguente alla promozione nella massima serie dei Canarini. Il club siciliano aveva chiesto la sconfitta a tavolino degli avversari mentre il CONI ha imposto al Frosinone una multa di 25mila euro e l’obbligo di disputare due partite casalinghe nello stadio Benito Stirpe a porte chiuse. Ora però il Collegio di Garanzia del CONI ha riunito i ricorsi dei due club e annullato la sentenza della Corte Sportiva d’Appello della Figc dello scorso 27 giugno.

Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano ha motivato la sua decisione «ritenendo non coerentemente sanzionata la condotta evidenziata dalla Corte sportiva d’Appello rispetto alla gravità dei fatti per come descritti in decisione». Ora i giudici chiedono alla Corte d’Appello presieduta da Piero Sandulli di riunirsi in diversa composizione per prendere una nuova decisione sulle sanzioni da imporre al Frosinone. Il ciociari però, con grande disappunto del presidente rosanero Maurizio Zamparini, non rischiano la sconfitta a tavolino.