Immobile si racconta: «Del Piero idolo. Pescara importante per la mia carriera»

© foto www.imagephotoagency.it

Ciro Immobile, dopo la doppietta segnata alla Juventus, è, senza ombra di dubbio, il centravanti del momento in Serie A

E’ uno dei tre Capitani della Lazio, finalizzatore del gioco costruito da Simone Inzaghi, attaccante della Nazionale: in due parole, Ciro Immobile. 15 i gol in stagione, fin qui, e la sensazione che la macchina da gol stia soltanto riscaldando i motori. Ma quali sono i modelli a cui si è ispirato Ciro? L’ex bomber del Torino lo rivela al sito ufficiale della Uefa: «I miei idoli erano Del Piero e Trezeguet, quando formavano una coppia fantastica ai tempi d’oro della Juventus. Ma soprattutto Del Piero: in seguito ho avuto l’incredibile fortuna di giocare con lui e cercavo di prendere tutto da lui. E’ anche una persona eccezionale».

Il focus dell’intervista, di cui questa rappresenta una piccola anticipazione, si sposta, dunque, sul Pescara di Zeman: «La stagione 2011/12 fu incredibile, successe di tutto. E’ stato per me un campionato molto importante perchè mi ha permesso di entrare a far parte dei professionisti, ho giocato quasi tutte le partite facendo molti gol, segnando con continuità. Zeman ci faceva giocare alla grande, siamo riusciti a vincere il campionato con squadre molto importanti come Sassuolo e Sampdoria, arrivammo primi nonostante la concorrenza. Verratti e Insigne? Una volta ci hanno sospeso una gara in casa per la neve però noi eravamo già in ritiro, appena saputo non siamo andati a casa ma siamo rimasti in hotel a giocare a nascondino con tutta la squadra» come riportato da Lazionews24.