Inter, Moratti: “Zanetti è sempre quello che ti aspetti”

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo la vittoria nella semifinale del Mondiale per Club contro il Seongnam, il presidente dell’Inter Massimo Moratti ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita disputata ieri dalla sua squadra:

La sicurezza del capitano, la possibilità  e il dovere di vincere. Questi altri due significativi passaggi dell’intervista che Massimo Moratti ha rilasciato ai giornalisti italiani e stranieri il giorno dopo il successo nella semifinale del Fifa Club World Cup UAE 2010.

Le parole del presidente sono proposte da www.inter.it e potete ascoltarle, nella versione integrale, solo su Inter Channel.

Presidente Moratti, ogni gruppo ha uno zoccolo duro, qualcuno su cui può contare sempre. Ieri sera, ancora una volta, questa base, per l’Inter, è stato Javier Zanetti.

“Fantastico. à? sempre quello che ti aspetti, quello che sai cosa fa, quello che fa anche un pochino di più. L’ho visto in questi giorni, anche parlando con i compagni, con un atteggiamento molto sicuro, molto rassicurante per tutti; se ce ne fosse bisogno, trascina anche sotto il profilo della professionalità , perchè sai che se dice una cosa, lui certamente la farà  bene. Credo che il suo gol, come dire?, fosse nell’aria… Dovrà  tornare a piedi a Milano? Appena ho visto che aveva calciato la palla in rete, ho pensato immediatamente a quella sua battuta… “.

In quest’avvio di stagione, c’è stato un momento più critico di altri?

“Sconfitta su sconfitta è probabilmente quello in cui non ti aspetti di perdere ancora. Ma ho sempre una certa fiducia nelle persone, credo che se una persona è serena e ha degli obiettivi alla fine riesce”.

Adesso c’è una finale da giocare e da soffrire. Benitez può tornare in discussione?

“Questo torneo è molto importante e siamo qui per vincerlo. Abbiamo una squadra che può e che deve vincere. Questo vale per Benitez come per i calciatori, per tutti in generale”.

C’è un avversario che vorrebbe evitare domani, al sorteggio per gli ottavi Uefa Champions League?

“Non ho idea di quello che possa succedere, sinceramente. Se affronti una squadra che non ha un gran nome e perdi fai una pessima figura.Ã?  Quindi, tutto sommato, meglio affrontare una squadra forte, che dia responsabilità  a tutti, che venga affrontata da tutti con serietà  e decisione. Domani vedremo chi sarà  e poi vedremo, sul campo, come andrà  a finire”.

Fonte: inter.it