Guardiola parla come Inzaghi: non si può pensare di dominare Sarri

sarri
© foto www.imagephotoagency.it

C’è un rapporto Inzaghi-Guardiola più stretto di quanto si pensi, soprattutto se si parla di Maurizio Sarri: dall’Empoli al Napoli, dal Milan al Manchester City, certe dichiarazioni tornano sempre…

«Non si può pensare di mettere sotto l’Empoli a San Siro» oppure «Non si può pensare di dominare il Napoli per novanta minuti»: cambiando i luoghi e le competizioni, non cambia il risultato. La prima frase è di Filippo Inzaghi, la seconda è fresca fresca di Pep Guardiola, il filo rosso che le collega è Maurizio Sarri. La doppia dichiarazione di Inzaghi-Guardiola ritorna a distanza di anni e certifica come sia difficile mettere sotto una squadra allenata da Maurizio Sarri, sia essa l’Empoli di Maccarone e Pucciarelli o il Napoli di Mertens e Insigne.

Inzaghi disse quella frase dopo un pareggio tra Milan e Empoli a San Siro ed è diventata il suo epitaffio nella sfortunata parentesi da allenatore rossonero. Guardiola l’ha pronunciata poco fa al termine di Manchester City-Napoli e ha tutto un altro sapore. Sarri ha ricevuto i complimenti da uno dei tecnici migliori del calcio moderno e forse della storia. Guardiola, tra l’altro, vinceva la sua prima Champions da allenatore quando l’altro allenava la Faellese, e la prima da allenatore mentre Sarri veniva esonerato dal Perugia. Due frasi simili, ma un unico risultato: non si può pensare di mettere sotto l’allenatore toscano per novanta minuti.