Juventus, Del Neri e Marotta: “Qui per vincere”

© foto www.imagephotoagency.it

Quest’oggi al centro tecnico di Vinovo sono stati presentati Luigi Del Neri e Giuseppe Marotta dal presidente della Juventus, Andrea Agnelli, rispettivamente in qualità  di allenatore de direttore generale.
Il patron bianconero ha aperto la conferenza stampa, introducendo i due nuovi elementi dello staff juventino: “Questo è l’inizio della nuova stagione sportiva. Sappiamo che c’è tanto lavoro davanti a noi. Oggi fanno il loro ingresso in società  il direttore Marotta, un dirigente di eccellenza, e il tecnico Del Neri, l’allenatore giusto, un grande allenatore con una grande carriera alle spalle e la capacità  di riportare la Juve ai livelli che le compete. Il direttore (Marotta, ndr) sa che ha a disposizione le risorse necessarie per fare grande la Juventus. I piani della Juve non vengono discussi in questa sede. Ripeto che abbiamo a disposizione i mezzi per tornare a fare grande il club”.
Il nuovo d.g., Beppe Marotta, ha ammesso che per lui è un orgoglio far parte di una squadra con la storia della Juventus: “Grande orgoglio essere arrivato in una delle società  migliori del mondo, farò del mio meglio per esserne all’altezza. Ci sarà  molto da fare, la Juve deve riposizionarsi ai livelli del suo blasone storico. Più forte la società , più forte la squadra che scende in campo”. Marotta ha poi continuato anche ai microfoni di Juventus Channel, spiegando gli obiettivi della squadra: “Arrivare alla Juve, per me che faccio il dirigente da 32 anni, è un momento di arrivo ma anche di ripartenza perchè è un momento importante, di ripartenza per tutta la società . Non c’è obiettivo che non comporti lavoro, ma sarà  importante inculcare la mentalità  che ci sono cose che vanno oltre il denaro e che permettono di raggiungere obiettivi: come l’attaccamento alla maglia, le motivazioni. Cercare sempre di giocare per vincere, la forza non è solo una forza economica ma anche di progettualità , di motivazioni di attaccamento alla maglia: forze più importanti dei soldi”.
Anche Del Neri ha fatto il punto sul suo nuovo ruolo in conferenza: “Darò una fisionomia giusta a questa squadra, abbiamo la voglia e le energie giuste per dare il nostro contributo al massimo dell’impegno e della professionalità . Creare una squadra che possa dare soddisfazione ai tifosi, penso che la società  ha puntato su un gruppo che ha fatto molto bene l’anno scorso e per questo cercheremo di ottenere una Juve vincente non solo sul campo ma anche in altre situazioni”. In specifico, a Juventus Channel, Del Neri ha spiegato i motivi della sua scelta: “Quando si è chiamati a guidare la Juve si è anche un po’emozionati. E’ la più importante della mia carriera, altre sfide ne ho vinte. C’è bisogno di ricreare una mentalità  che la Juve ha sempre avuto durante gli anni, che permetta alla squadra di ritrovare filosofia di gioco e positività , quello è il mio concetto di Juventus: identità  da creare e mantenere”.