Connettiti con noi

Genoa News

Lapadula, quanto costi al Genoa? Ma Ballardini ha un piano per rilanciarlo

Pubblicato

su

Gianluca Lapadula

Lapadula ha rifiutato tutte le proposte di mercato e, nonostante la volontà del club di cederlo per l’alto ingaggio, adesso dovrà lottare per una maglia da titolare

Per Gianluca Lapadula, attaccante del Genoa, non è certamente un periodo semplice. Durante il calciomercato estivo è stato più volte al centro di numerose trattative, infatti, la squadra del patron Preziosi, dopo averlo riscattato dal Milan nell’ambito dell’operazione Laxalt, aveva la necessità di cederlo per far quadrare i conti. Con circa 1,5 milioni di euro netti a stagione, Lapadula, infatti, è il calciatore più pagato della rosa. Molte le squadre che si sono fatte avanti per ottenere le prestazioni del 28enne italo-peruviano: tra le altre, Udinese, Besiktas, Nizza hanno provato a ingaggiarlo, ma si sono dovute scontrare con la ferma volontà del calciatore di restare a Genova.

Lapadula potrebbe trovare maggior spazio in futuro

Una volontà che, tuttavia, si scontra con i piani del club e del suo allenatore. Davide Ballardini, infatti, nelle prime uscite di questa stagione, nel suo 3-4-1-2 ha preferito il duo Piatek-Kouamé, assistiti da Pandev come trequartista. Tuttavia, come recentemente confermato dalle parole del suo tecnico, Lapadula potrà tornare utile nel prosieguo della stagione, trovando maggiore spazio nelle prossime partite. Al momento, però, il 28enne non ha disputato nemmeno un minuto. Persino il giovane Favilli, arrivato dalla Juve, ha avuto più spazio: nel match perso 5-3 contro il Sassuolo, il 21enne è entrato a inizio secondo tempo, contribuendo anche al gol di Piatek.

L’attaccante genoano deve ritrovare la via del gol

Insomma per Lapadula sembrano molto lontani i tempi in cui col Pescara, in Serie B, faceva strage di gol: 30 nel 2015/2016, compresi i play off, oltre a 12 assist. Un’annata che lo ha fatto notare nuovamente ai grandi club, dopo essere cresciuto nelle giovanili della Juve e aver tentato l’esperienza estera al Gorica, in Slovenia. Arriva, infatti, nel 2016/2017 la chiamata del Milan con cui colleziona 27 presenze in Serie A, segnando 8 reti e regalando 4 assist ai compagni. Ciò non basta per la riconferma e così finisce in prestito al Genoa, squadra con cui lo scorso anno disputa 28 partite, realizzando 6 gol. Il 28enne, quindi, è un attaccante che vede abbastanza la porta, ma al momento non sembra nelle migliori condizioni per scalzare i titolari. Anche ieri, sabato 8 settembre, la punta del Genoa, schierata in attacco con Medeiros nell’amichevole, vinta 4-0, contro l’Alessandria, nonostante l’impegno non ha trovato la via del gol. Il ragazzo, però, non si abbatte e affida a Twitter i suoi pensieri: «Test positivo in preparazione alla prossima di campionato. Siamo pronti per riscattare subito l’ultima giornata!»

Advertisement

News

Copyright 2021 © riproduzione riservata Calcio News 24 -Registro Stampa Tribunale di Torino n. 47 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - P.I.11028660014 - Editore e proprietario: Sport Review s.r.l.