Malagò ha fretta: Ancelotti ct in coppia con Maldini?

malagò domenicali
© foto www.imagephotoagency.it

l k.o. con l’Argentina acuisce la crisi, l’ultima idea di Malagò sarebbe quella di Ancelotti più Maldini, ma la strada è lunga

Una squadra a pezzi con il morale a terra. Ecco cosa è rimasto dalla sconfitta subita contro l’Argentina a Manchester. Alessandro Costacurta prova a minimizzare: «Da certe situazioni ci sono passato, credo che giocare un primo tempo diverso fosse impossibile». Ma la realtà è ben diversa. L’Italia è sgonfia. Il miglior azzurro gioca in porta, ha 40 anni ed è ormai prossimo al ritiro. Serve tempo dicono dagli ambienti vicini agli azzurri, ma il tempo stringe e se si vuole ripartire dopo la figuraccia Mondiale bisogna fare in fretta. Costacurta ha provato a fissare una dead line: «Il 20 maggio sveleremo il nome del nuovo allenatore. Se avremo la possibilità di prendere uno più bravo di Di Biagio, lo faremo. Ma non ce ne sono tanti». Contatti avviati, i nomi sono sempre quelli: Mancini, Ancelotti, Conte e Ranieri.

L’ex allenatore di Bayern Monaco, Real e Milan è il preferito di Malagò. In coppia con Maldini. Questa l’ultima, disperata, idea partorita dalla mente del numero uno del Coni. Ancelotti qualche mese fa aveva chiuso la porta e adesso l’ha riaperta in attesa di capire se Arsenal e Chelsea si faranno avanti. Conte, su cui è in pressing il Psg, è più di un’alternativa. Mancini si è proposto. Ranieri non ne farebbe una questione di ingaggio. Costacurta a tutti dà un suggerimento: «Fossi un allenatore italiano la panchina azzurra mi sembrerebbe un’occasione da prendere al volo». Non la pensano tutti così: Ancelotti e Conte, i preferiti, sono anche i più dubbiosi nei confronti di un’Italia che ha fretta di risorgere.