Connettiti con noi

Azzurri

Mancini: «Sempre creduto in questa Nazionale. Rigore Jorginho? Eravamo tranquilli»

Pubblicato

su

mancini

Roberto Mancini ha parlato ai microfoni dei canali social della Nazionale ripercorrendo alcuni momenti di questo incredibile Europeo

Roberto Mancini ha parlato ai microfoni dei canali social della Nazionale ripercorrendo alcuni momenti di questo incredibile Europeo azzurro.

MANCINI PAZZO A CREDERE NELLA FINALE – «Io ci credevo, credo sempre nelle cose positive ma sono stati bravi loro a crederci fino dal primo giorno perchè non era così semplice».

INAUGURAZIONE EUROPEO – «E’ stato un bel giorn0, eravamo a Roma..è iniziato a tornare il pubblico negli stadi quindi è stato un bel giorno».

GOL LOCATELLI – «E’ stato il gol che ci ha spalancato gli ottavi di finale, non è stata una partita semplice».

COLPO DI TACCO «Potevo prenderla solo di tacco…non potevo fare altro (ride ndr)».

ABBRACCIO CON VIALLI – «Qui l’abbraccio con Luca dopo l’Austria, perché è stata la prima partita ad eliminazione diretta ed è stato un abbraccio liberatorio».

GOL INSIGNE – «Qui è stato un gol importanitssimo, il 2-0 al Belgio che ci ha messo un po’ più tranquilli anche se poi abbiamo subito quel rigore che senza VAR si sarebbe potuto dare».

RIGORE JORGINHO – «Ha una calma fantastica quando va a calciare, lì eravamo abbastanza tranquilli anche se ai calci di rigore può accadere di tutto».

INGHILTERRA – «I nostri amici inglesi che affronteremo in finale, sono arrivati con merito all’ultimo atto. Hanno concesso pochissimo, sono una squadra solida e credo che sarà una bellissima finale a Wembley».