Connettiti con noi

Hanno Detto

Marotta: «Sull’Inter c’è sempre una lente d’ingrandimento. Stipendi? Zero problemi»

Pubblicato

su

Marotta

Beppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del match contro la Roma

Beppe Marotta ha parlato ai microfoni di Sky Sport prima del match contro la Roma

CLICCA QUI PER LE DICHIARAZIONI INTEGRALI

CAMPIONATO – «Il trionfo è stata una grandissima impresa, ancora oggi non riusciamo a rendercene conto di quanto abbiamo fatto».

RINUNCIA STIPENDI – «Sotto l’Inter c’è sempre una lente di ingrandimento, tutti i club sono in situazione simile. Posso garantire che non ci sono problemi e che nei tempi e nei modi giusti saranno rispettati i contratti dei giocatori».

IL CONFRONTO – «E’ nato tutto da un confronto tra il Presidente e i giocatori, tutto nella massima cordialità. Zhang ha sensibilizzato i giocatori sul momento del club ma non ha dato un diktat e non ha obbligato nessuno. Sta alla coscienza di ognuno prendere una decisione. C’è il massimo rispetto verso i giocatori, che ci hanno regalato qualcosa di straordinario. L’Inter onorerà i proprio impegni».

PROGETTO TECNICO – «Posso dire che al momento dobbiamo concentrarci sullo scudetto conquistato. Dobbiamo goderci la vittoria da qui a fine campionato e successivamente comunicheremo tutto quello che ci sarà da comunicare. In questo momento in tutti i club si faccia un consultivo dell’annata, confrontandosi sulle prossime stagione. Non siamo in una situazione così disastrosa da dover cancellare tutto quello fatto, dobbiamo essere ottimisti sul futuro».

I FONDI SERIE A – «La pandemia ha portato problemi ovunque. I fondi sono uno strumento di aiuto in momento di difficoltà, però ci sono negoziazioni e condizioni che dobbiamo accettare e non sempre collimano con le esigenze del club. Il fondo è importante, ma le aspettative dei club possono anche essere diverse».

CONTE – «Mi auguro che Conte possa restare, perché con lui abbiamo aperto un ciclo. Purtroppo il Covid ha frenato diversi aspetti, però la speranza è quella di continuare con lui».