Mazzarri in silenzio, Petrachi attacca: «Gara condizionata dall’arbitraggio»

Petrachi
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo del Torino, Gianluca Petrachi, ha attaccato l’arbitro Massa per le scelte nel match perso contro la Roma

Al termine di Torino-Roma, l’allenatore dei granata Maurizio Mazzarri ha deciso di non presentarsi ai microfoni dei giornalisti. Il motivo lo ha spiegato il direttore sportivo del club di Urbano Cairo, Gianluca Petrachi, intervenuto in conferenza stampa: «Il Mister non c’è perché se parla li danno 10 giornate. Ci dispiace constatare che lo scorso anno abbiamo cominciato il campionato con la Var che ci ha tolto tre punti e che anche oggi non ci sia stata equità. Quando abbiamo segnato, Massa è stato in grado di vedere il millimetro di Aina, ma poi non ci ha fischiato un rigore netto. Chi conosce questo sport, sa benissimo che quando sei in volo basta una spinta. Questa è una partita spostata dagli arbitri, e lo dico con amarezza. Quando ci sono stati i calendari, avevo detto col sorriso che eravamo stati i più penalizzati, ma era stata una chiacchiera con tutti, e invece…». 
Il dirigente granata ha continuato: «Mi dispiace che Massa non abbia chiamato Di Bello per rivedere l’azione. Il Toro comunque ha fatto una buona gara e se l’è giocata alla pari, quindi la sconfitta fa ancora più male. Nel primo tempo non abbiamo giocato alla grande, ma siamo stati in grado di tenere bene il campo, guadagnandoci l’occasione migliore. Nella ripresa abbiamo giocato meglio e forse avremmo meritato qualcosa in più. Naturalmente faccio i miei complimenti a Dzeko per quel gol strepitoso».