Milan, Kessié e l’impatto con l’Italia: «Appena arrivato volevo ripartire»

Milan, Kessié e l’impatto con l’Italia: «Appena arrivato volevo ripartire»
© foto www.imagephotoagency.it

Kessié ha svelato che appena arrivato in Italia è rimasto scioccato dal freddo e ha chiesto al suo agente di ripartire immediatamente

Franck Kessié ha dimostrato di essere un giocatore di prima fascia all’Atalanta ma l’ambientamento a Bergamo, come ha confermato lui stesso in una intervista a Milan TV, non è stato così semplice. L’ivoriano ha trovato difficoltà di ambientamento non tanto per quanto riguarda il campo e metodi di allenamento quanto per il clima.

Il centrocampista rossonero, che ha sottolineato come Higuain sia il vero valore aggiunto per questa stagione, ha raccontato che al suo arrivo in Italia nel gennaio del 2015 è rimasto spiazzato dal freddo tanto da voler ripartire appena sbarcato dall’aereo. Fortunatamente per i nerazzurri e poi per i rossoneri il giocatore ha tirato fuori il carattere e si è fatto trovare pronto alla nuova sfida in Serie A. «Quando sei bambino non hai nessun problema, la Stela Adjamé era la squadra della mia città. – ha detto Kessié – Il mister mi ha fatto provare, ho fatto anche portiere difensore e attaccante. Quando sono arrivato in Italia, in aeroporto a gennaio, faceva freddo, ho detto al mio procuratore che non ce la facevo e volevo tornare indietro». L’ivoriano domani 23 settembre alle 18 affronterà nuovamente il suo passato. Il Milan infatti incontrerà l’Atalanta a San Siro.