Monchi presenta Di Francesco: «Eusebio prima scelta. Rudiger non parte. Su Salah…»

monchi roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore sportivo della Roma, Monchi, ha parlato in conferenza stampa nel giorno della presentazione di Eusebio Di Francesco

Giorno di presentazione del nuovo allenatore in casa Roma. Monchi, ds dei giallorossi, ha presentato così Di Francesco: «Grazie a tutti per essere intervenuti. Il motivo della conferenza stampa evidentemente è la presentazione del nuovo allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco. Per la Roma e per me è un giorno molto felice. Ritorna uno dei nostri, una persona che è stata qui a lavorare con due ruoli diversi è un motivo di felicità per la Roma e per me specialmente questo giorno è importante perché dopo che Spalletti mi ha annunciato la sua volontà di andare via, il mio obiettivo era unico, era chiaro, ed era quello di portare Eusebio Di Francesco qui e sono molto contento per questo. Vorrei ringraziarlo per essere venuto da noi e lo ringrazio per aver accettato la mia risposta».

MONCHI SUL MERCATO – Il ds ha parlato poi del mercato: «Rudiger e Salah ceduti? Nella mia conferenza di presentazione abbiamo parlato di cose simili. La Roma non ha intenzione di vendere giocatori, ha l’intenzione di costruire la migliore squadra possibile per Di Francesco. Su Rudiger e Salah: Momo ha un’offerta di un club inglese ma il prezzo lo fa la Roma, per Antonio invece non abbiamo negoziazioni aperte e quindi ha zero possibilità che vada via. Manolas e Nainggolan? Non siamo un supermercato, è una squadra che difende il campionato italiano e che va a rappresentare l’Italia in Europa e la nostra idea è quella di mantenere la migliore squadra possibile. Non esiste club che non vende ma se partirà un giocatore proveremo a rimpiazzarlo al meglio. Al momento abbiamo solo una trattativa per Salah, non ci sono trattative aperte per gli altri giocatori. Acquisti? Sappiamo i profili da acquistare e le posizione da migliorare, stiamo lavorando per acquistare i migliori. Il mio obiettivo non è acquistare giocatori di cui voi non parlare, come Hector Moreno, e ci sono giocatori di cui si fa il nome che potrebbero arrivare. Ci sono delle trattative ma non credo che ci saranno delle sorprese in brevissimo tempo. Secondo portiere? Ad oggi la Roma ha Alisson, Skorupski e Lobont. Se ci dovesse essere un cambio sarebbe diverso ma a oggi siamo coperti».

ANCORA MONCHI – «Se mi sono innamorato di Di Francesco in una partita tra Sassuolo e Athletic Bilbao. Non mi sono innamorato di lui per una partita ma di tante cose. Io lo conoscevo anche in Spagna. Il Sassuolo, un club rispettabile ma piccolo, ha fatto notizia in tutto il mondo sportivo e da lì ho iniziato a seguirlo. Non ho voluto Eusebio perché ricorda un allenatore spagnolo per tipo di gioco ma per molte cose che voglio l’allenatore della Roma incarni ma per la capacità di competere e lavorare. Bruno Peres? Lo conoscevo dal Torino e mi è sempre piaciuto. Deve recuperare, deve tornare ai livelli di Torino e sono convinto che con il lavoro del mister riuscirà a tornare a quei livelli».