Connettiti con noi

Calciomercato

Morata: «Vado dall’allenatore che ha scommesso di più su di me»

Pubblicato

su

morata

Sembrava a un passo dal Manchester United, poi vicinissimo al Milan invece Morata giocherà nel Chelsea di Antonio Conte

Alla Juve si erano solo sfiorati e ora si troveranno a Londra: Alvaro Morata è un giocatore del Chelsea dove ad allenarlo troverà Antonio Conte, che lasciò Torino proprio nell’estate del 2014 in cui in bianconero arrivò l’attaccante spagnolo. I Blues hanno versato 80 milioni nelle casse del Real Madrid per assicurarsi la punta a lungo inseguita anche dal Milan. Alle 19,30 il club londinese ha annunciato ufficialmente l’accordo.

La trattativa si è chiusa con i Blancos che, a questo punto, potranno iniziare l’assalto a Mbappè considerando che le cessioni di James Rodriguez prima e Morata ora garantiscono alle casse di Florentino Perez la bellezza di 150 milioni. Morata è stato a lungo accostato al Milan anche se i rossoneri nelle ultime ore hanno virato con decisione su Andrea Belotti
Morata
ha così trovato una sistemazione definitiva e soprattutto a mettersi nelle mani di un tecnico che stima molto e che ha dichiarato di voler ripagare visto che fu proprio l’ex ct della Nazionale a volere Morata alla Juve nel 2014: e il Chelsea, dopo l’addio a Diego Costa, ha così trovato il suo nuovo bomber.

Poco prima di imbarcarsi per Londra l’attaccante spagnolo ha dichiarato: «E’ stata un’estate particolare per me, visto che sono successe diverse cose. Alla fine, se Dio vuole, domani sarò il calciatore di una squadra che mi segue da parecchi anni, guidata da un allenatore con cui ho parlato costantemente e perciò sono molto contento. E’ stato un piacere giocare per il Real e sarò sempre dalla loro parte, tranne se giocheranno contro il Chelsea. Se vado per essere protagonista? Certo, altrimenti non sarei partito. Come è stato l’addio con Zidane? L’ho ringraziato per tutto e gli ho augurato buona fortuna per l’anno che viene. Ritornare al Real una terza volta? Sarà difficile, in questo momento non lo immagino. Il mio unico pensiero è di arrivare quanto prima a Londra, superare le visite mediche e indossare questa nuova maglia. Vado via felice dal Real perché l’ultima volta che ho indossato questa maglia è stato a Cibeles. Conte? Vado nella squadra allenata dall’allenatore che ha scommesso di più su di me. Ho parlato con Azpilicueta e con Fernando Torres, che mi ha detto che mi darà una mano in quello di cui avrò bisogno»